Visualizzazione post con etichetta colazione. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta colazione. Mostra tutti i post

Flatbread alla griglia!!!

Quattro mesi che non pubblico nulla sul blog, quattro mesi pieni di tante cose, esperienze nuove. impegni crescenti ed un lavoro che non mi aspettavo. I dolci ci sono sempre ma il tempo per le foto, per i commenti, per le pagine del blog, quello purtroppo non c'è quasi mai.
Però questa ricetta mi ha colpito, non è un dolce è un pane semplice, un pane da cuocere alla piastra o in padella, un pane che in questi giorni di caldo estremo è una vera e propria salvezza per la cena.


La ricetta è quella di  luglio di  ReCake 2.0 ed è davvero semplicissima. La versione originale prevede l'accompagnamento di questo pane con burro all'aglio, io l'ho servito con pomodorini e salsa salsa tzatziki...freschissima e leggera!!!

INGREDIENTI
  • 400 g di farina 00
  • 1 e 1/2 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di lievito di birra secco
  • 1 cucchiaino di miele o zucchero
  • 290 ml di acqua
  • 40 ml di olio extravergine di oliva
PROCEDIMENTO

  • In una ciotola ampia (della planetaria, se la usatunite la farina e il sale. Aggiungete anche il lievito e mescolate.
  • Fate la fontana al centro e unite l’acqua, il miele e l’olio. Date una mescolata usando un mestolo di legno.
  • Lavorate l’impasto su un piano leggermente infarinato, per una decina di minuti (5 minuti con gancio, se usate la planetaria).
  • Trasferite l’impasto in una ciotola leggermente unta. Coprite e lasciate lievitare fino al raddoppio (ci vorrà circa un’ora).
  • Preriscaldate una piastra (possibilmente in ghiso la griglia del barbecue. Ungete la griglia o la piastra con poco olio.
  • Nel frattempo, dividete l’impasto in 8 pezzi. L’impasto sarà leggermente appiccicoso, quindi ungetevi le mani per lavorarlo, senza aggiungere farina. Allargate l’impasto con la punta delle dita, appiattendolo abbastanza, e conferitegli una forma ovale.
  • Mettete i pani su un foglio di carta forno unto con poco olio e allargateli ancora. Quando la piastra o la griglia saranno roventi, trasferitevi i pani un paio alla volta.
  • Cuoceteli per 3-4 minuti per lato. Man mano che saranno cotti avvolgeteli con un canovaccio pulito.
     
     
     
In una settimana l'abbiamo già fatto 2 volte...e dico abbiamo perchè l'ho preparato con mia figlia di 11 anni che ha praticamente fatto tutto da sola.



Nessuna descrizione della foto disponibile.
 

Cake al limone e bergamotto

E ora che le giornate si sono allungate un po' e il sole ha riscaldato l'aria, ho riprovato una ricetta che avevo già fatto. Il cake al limone di Leonardo di Carlo, buono, soffice e leggero, ottimo per la colazione e per la merenda.
Per un tocco in più ho aggiunto qualche goccia di olio essenziale di bergamotto che a me piace tantissimo!!!





INGREDIENTI
Zucchero semolato 200 g
Uova intere 250 g
Miele di acacia 20 g
Sale fino 2 g
 Acqua 60 g
Succo di limone 20 g
Olio di semi di mais 135 g
Farina 00 200 g
Lievito per dolci 8 g
  Buccia di limone giattugiata fine 25 g
Olio essenziale di bergamotto 5 gocce
PROCEDIMENTO
In planetaria montare le uova con lo zucchero, il miele, il sale e la buccia di limone. Aggiungere a filo l'acqua, il succo di limone, l'olio essenziale di bergamotto e l'olio di semi. Infine unire la farina ed il lievito setacciati. Versare nello stampo e cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 40 minuti.
 
 

Craker integrali

Gli ultimi giorni non saranno certo giorni da ricordare, o forse sì. Quella telefonata che non vorresti mai ricevere, la corsa in macchina mentre provi a stare tranquilla, mentre pensi che tutto andrà bene, che tutto deve andare bene. L'ambulanza, l'ospedale e lui piccolo e impaurito che cerca di stare immobile e di  non piangere mentre gli mettono sei punti di sutura in testa...un pezzetto di costruzioni, un piccolo e trasparente pezzetto di costruzioni sul pavimento e in un attimo Carlo è a terra con una bella ferita alla testa. Sei stato bravo gli dicono i medici e io penso al perchè non riesce mai a stare fermo, sempre a correre, sempre....
Perchè lo scrivo qui? Perchè forse un giorno rileggendo queste righe ripenserò a quello che è accaduto, alla fortuna che ho avuto, a chi da lassù lo protegge e lo accompagna sempre.
E questi crakers? Questi li avevo preparati qualche giorno prima che succedesse tutto questo, incuriosita dalla ricetta del contest di Re-Cake 2.0. Le foto erano rimaste lì nella macchina fotografica ma sono ancora in tempo per partecipare ed eccoli qui, i miei crakers.
Ho seguito la ricetta originale apportando solo una piccola variazione: al posto dei semi di zucca (che non avevo) ho messo dei pistacchi leggermente tostati ed ho usato le mandorle al posto delle noci.



Ingredienti

  • 200 g farina 00
  • 80 g farina integrale
  • 2 cucchiaini da caffè bicarbonato (rasi)
  • 1 cucchiaino sale
  • 200 g yogurt intero o magro
  • 200 ml latte
  • 20 g dark brown soft sugar o zucchero di canna
  • 40 g miele
  • 80 g uva sultanina
  • 40 g mandorle
  • 40 g pistacchi
  • 30 g sesamo
  • 30 g semi di lino
  • 2 cucchiai rosmarino fresco tritato 

Procedimento

  1. Accendete il forno a 180° e rivestite di carta forno due stampi da cake piccoli, da 10 x 20 cm circa (potete anche usare quelli usa e getta).
  2. Mettete l’uvetta in una ciotola e ricopritela d’acqua per farla rinvenire.
  3. Mescolate in una brocca lo yogurt e il latte, aggiungete lo zucchero e il miele e fateli sciogliere bene.
  4. Mettete in una ciotola capiente le farine, il bicarbonato e il sale, e mescolate con una frusta a mano. Aggiungete le noci spezzettate grossolanamente a mano, i semi di zucca, di lino e di sesamo e infine il rosmarino tritato e l’uvetta ben strizzata.
  5. Aggiungete il mix di latte e yogurt e mescolate col cucchiaio. Non dovete impastare ma mescolare rapidamente, poiché si tratta di un soda bread e il bicarbonato inizia ad agire appena entra in contatto con i liquidi.
  6. Suddividete il composto nei due stampi, livellate con un cucchiaio e infornate subito. Fate cuocere per 35-40 minuti, o finché i pani sono ben cotti.
  7. Sformateli, lasciateli raffreddare su una gratella, poi copriteli con la stagnola e metteteli in frigorifero per almeno un’ora (ma anche fino al giorno, dopo se vi fa comodo). Devono essere molto freddi e compatti per poter essere tagliati a fettine sottili di 3 millimetri.
  8. Riaccendete il forno a 200° e fateli tostare 5 minuti per lato, finché non diventano di un bel color bronzo.
  9. Non fateli bruciacchiare, devono essere ancora leggermente morbidi quando li tirate fuori dal forno, finiranno di asciugarsi all’aria. Sfornateli e fateli raffreddare completamente su una gratella. Quando saranno ben freddi, conservateli in un barattolo a chiusura ermetica.
     
     
     
     
    Io li ho provati con formaggio spalmabile o con la marmellata...e sono davvero buonissimi!!! Unico problema: creano dipendenza!!! 




    Con questa versione dei craker integrali partecipo al contest del mese di Gennaio di Re-Cake 2.0, vi lascio la locandina e soprattutto l'invito a provarli....


    Locandina Re-Cake Cracker


Biscotti nocciola e caffè

Con tutte le nocciole che ho a casa non potevo non provare questi biscottini.
Si preparano in pochissimo tempo e si mangiano in un tempo ancora minore!!!
La ricetta è tratta dal blog Croce e Delizia  e la riporto dopo per futura memoria. Il wrapper per biscotti invece l'ho fatto io ed è un'idea simpatica per regalare questi o altri biscottini in una forma elegante, un segnaposto o un pensiero per gli ospiti prima che vadano via.


INGREDIENTI

120g di farina
90g di burro freddo, a dadini
60g di nocciole intere
45g di zucchero
5 g di caffè in polvere ( non caffè liofilizzato)
la punta di un cucchiaini di lievito
1 pizzico di sale
vaniglia


PROCEDIMENTO

In una ciotola mettere il burro freddo a dadini, lo zucchero, le nocciole ridotte in farina, la farina, il caffè macinato, il lievito, i semini gratatti da una mezza bacca di vaniglia e il sale. Cominciate a sfregare il composto con le dita (il movimento corretto è quello che si utilizza per indicare i soldi). Si otterrà uno sfarinato a piccoli fiocchi. A questo punto impastare a mano abbastanza velocemente in modo da ottenere una palla di pasta compatta che avvolgerete in pellicola trasparente e porrete in frigorifero per almeno un'ora.
Preriscaldate il forno a 180 ° C.
Dividete l’impasto in 15 palline da 20g ciascuna. Sistematele su una teglia rivestita di carta forno e posizionare nel mezzo di ognuno una nocciola intera pressando leggermente con il dito. La pallina deve appiattirsi ma leggermente. Infornare per circa 15 minuti.





Le brioches delle feste...

Erano ormai più di 3 mesi che mi riproponevo di provare queste brioches viste e riviste sul web. La ricetta è tratta dal blog Anice e Cannella, che per i lievitati è davvero una certezza assoluta!!! In realtà questa volta io non ho fatto molto, se non inviare la ricetta a Gigi, esperto del settore e chiedere di continuo: Quando facciamo le brioche?....che poi tradotto significa "Quando fai le brioche?"



 La ricetta, copiata e incollata dal blog di Paoletta, la scrivo qui come da originale...

Ingredienti:
300 g di farina W330
8 g di lievito di birra
3 tuorli di uova medie
45 g di burro di cui 25 gr fuso con zeste di limone
120 gr di latte
30 gr di acqua
45 g di zucchero
5 gr sale
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
1 cucchiaio di rum

Procedimento:
Fai fondere 25gr di burro con le zeste di limone e la vaniglia e tienilo da parte.
Prepara un lievitino con tutto il latte, pari peso di farina (preso dal totale) e il lievito. Mescola con la forchetta, copri e usalo quando inizia a fare le prime fossette.
Metti il lievitino nella ciotola dell’impastatrice e aggiungi l’acqua, più farina q.b per formare una massa morbida ma legata, poi alterna in 3 volte tuorlo, zucchero e farina q.b per riportare in corda l’impasto. Impasta con la foglia e ricordati di ribaltare ogni tanto l’impasto.
Termina con l’ultima farina rimasta, aggiungi il sale e incorda l’impasto ribaltando due, tre volte.
Spatola i rimanenti 20 gr di burro e aggiungilo un fiocco alla volta di continuo, poi a seguire, il burro fuso con le zeste, un cucchiaino alla volta ma sempre di seguito. Ribalta. Aggiungi il rum a filo. Ribalta. Incorda. Fai la prova velo.
Arrotonda e fai riposare 40’.
Fai le pieghe di forza, e fai riposare ancora 20’.
Spezza l’impasto in pezzature da 50gr circa (ne verranno 12) e arrotonda senza stringere. Dopo 10' stendi A MANO partendo dalla prima pallina e farcisci con marmellata (io non le ho farcite....preferisco farlo dopo la cottura). 
Sistema le palline con la chiusura sotto in uno stampo imburrato, abbastanza vicine tra di loro. Spennella con burro fuso (NON preso dal totale)
Copri e fai raddoppiare.
Inforna a 180 gradi, dopo aver pennellato di nuovo, fino a cottura.




Ok, c'è voluto un po' di tempo per averle ma io delle brioche più soffici di così non le ho mai assaggiate...sono delle nuvole e per evitare di mangiarle tutte (n.b. abbiamo fatto una doppia dose), le ho dovute surgelare. La merenda per il ritorno a scuola è fatta....se non le scongelano e le mangiano tutte prima!!!


Crinkle Cookies mandarino e zenzero

Questi biscotti assomigliano più a dei pasticcini. Sono ottimi con il the e le tisane, a colazione con il cappuccino, come dopocena...praticamente in ogni momento della giornata. Dicono che si conservano in un contenitore ermetico per due mesi...mah...a casa mia neanche due giorni!!!
La ricetta, nella versione originale è al limone, ed  è tratta dal blog La tana del coniglio.
Io ho apportato una piccola modifica sostituendo il limone (perchè non ne avevo di biologici) con la stessa quantità di succo e buccia di mandarino ed ho aggiunto mezzo cucchiaino di zenzero.



 I biscotti, quelli buoni che riempono la casa di profumo, quelli che piacciono a me, quelli che cercano i bambini affamati, quelli che fanno sorridere chi li riceve in dono...per me Natale è anche questo...

Ciambella alle noci

Le noci per me sono irresistibili, ne ho sempre un barattolo pieno in dispensa e ogni tanto ne sgranocchio qualcuna...con la scusa che contengono ferro!!! Sono diventate uno dei miei snack preferiti.
Così quando ho visto questa ricetta non ho esitato a provarla...il risultato? Buonissimaaaaaaaaa!!!


INGREDIENTI

150 g di farina 00
150 g di noci
80 g di olio di semi oppure 100 g di burro
150 ml di latte
3 uova medie
150 g di zucchero
1 bustina di lievito in polvere per dolci
2 cucchiaini di estratto di vaniglia 

PROCEDIMENTO

Iniziare la preparazione della torta tritando le noci con 50 di zucchero.
Accendere il forno a 180°, modalità statico e montare le uova con i 100 g di zucchero rimasti fino ad ottenere un composto molto chiaro e soffice. Aggiungere alle uova montate, l’olio e il latte a filo continuando a mescolare.Accendere il forno a 180°, modalità statico e montare le uova con i 100 g di zucchero rimasti fino ad ottenere un composto molto chiaro e soffice. Aggiungere alle uova montate, l’olio e il latte a filo continuando a mescolare.Infine unire la farina e il lievito setacciati e aromatizzare con l’estratto di vaniglia.Mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo e senza grumi, non molto denso. Versare l’impasto all’interno di uno stampo per ciambella precedentemente imburrato e infarinato.Cuocere la torta di noci, in forno preriscaldato a 180°, modalità statico per circa 30-35 minuti.





Grancereale home made

I miei biscotti preferiti!!! Finalmente ho trovato la ricetta giusta per biscotti croccanti in tutto e per tutto simili agli originali. La ricetta nasce dall'insieme di varie ricette trovate sul web.


INGREDIENTI

40g fiocchi d’avena
20g di nocciole pelate tostate
50g di zucchero integrale di canna
90g  farina di avena (o di farro)
30g farina tipo 2
15g cacao amaro  in polvere
Un cucchiaino di lievito per dolci
Un pizzico di sale
Un cucchiaino aroma di vaniglia naturale
20g di miele di acacia
50g d’olio di girasole
50g di latte
50g di cioccolato  fondente a pezzettini


PREPARAZIONE

In un mixer tritare i fiocchi d’ avena grossolanamente(non riduceteli in farina) e riporli in una ciotola. Tritare le nocciole con lo zucchero sempre grossolanamente e metterle  nella ciotola con l’avena tritata in precedenza.Unire nella ciotola con l’avena, le nocciole e  lo zucchero ; la farina di avena, la farina tipo 2, il cacao amaro setacciato , il lievito, il sale e mescolare. Aggiungere l’aroma, il miele, l’olio e mescolare con l’aiuto di un cucchiaio. Unire il latte a filo mescolando sempre e aggiungendo il cioccolato fondente tritato in precedenza fino ad amalgamare tutti gli ingredienti. Poi lavorare il composto all’interno della ciotola con le mani, ottenendo un panetto. Riporlo in frigo per almeno un’ora. Trascorso il tempo, prendere il panetto dal frigo e stenderlo con il mattarello tra due fogli di carta da forno infarinati (non fare uno strato troppo sottile) e formare i biscotti con un coppapasta. Adagiare i biscotti  su una teglia ricoperta da carta forno e cuocere in forno statico preriscaldato a 180° C per 8 minuti.





Buon onomastico Carlo!!!!

Con un giorno di ritardo, causa avverse condizioni meteo e conseguente chiusura delle scuole, oggi festeggiamo il tuo onomastico.
Ovviamente non potevi tifare per una squadra normale, sarai infatti l'unico bambino in Italia a tifare per il Bayern Monaco ma su questa cosa sei stato irremovibile: "Per il mio onomastico voglio i biscotti con Berni!".
Ed eccoli qui, i tuoi biscotti preferiti (la ricetta la trovate qui sul blog) da regalare ai bambini della classe...



Tantissimi auguri Carlo!!!

Torta di mele velocissima!!!

Non è autunno senza torta di mele. Questa per semplicità e rapidità è davvero insuperabile. Giusto il tempo di affettare le mele, mescolare gli ingredienti ed è già fatta. La ricetta è tratta dal sito Fables de Sucres e questa è la mia versione. Ho aggiunto solo un po' di zucchero di canna in superficie prima di infornare il dolce....





Panini water roux

Inizia la scuola e inizia anche la produzione di panini per la merenda. Questi sono preparati con water roux, ovvero un preimpasto di acqua e farina che viene poi aggiunto al resto degli ingredienti. Sono morbidissimi e ottimi da farcire sia dolci che salati...




INGREDIENTI

Per il water roux

100 g di acqua
20 g di farina 0

Per l'impasto

380 g di farina 0
170 g di latte
20 g di olio extravergine di oliva
5 g di lievito di birra
5 g di sale
5 g di zucchero

PROCEDIMENTO

Preparare il water roux mettendo acqua e farina in una tazza e scaldare al microonde per pochi secondi alla volta fino ad ottenere un impasto omogeneo. Lasciar raffreddare e inserire in planetaria insieme a tutti gli altri ingredienti tranne l'olio. Lavorare bene l'impasto finché incorda e aggiungere l'olio a filo. Lasciar lievitare per circa 2 ore, formare delle palline da 70 g, disporle in una teglia e far lievitare per altre 2 ore. Cuocere in forno preriscaldato a 250°C per circa 20 minuti.





Chiffon Cake al cocco

Ed il primo dolce post-convalescenza non poteva che essere una Chiffon Cake. Visto che fa ancora caldissimo e che l'autunno non accenna ad arrivare, ho provato questa versione molto estiva al cocco.




La ricetta è sempre la stessa...oramai collaudata e la trovate qui sul blog, con due piccole variazioni:
1. Ho sostituito 40 g di farina 00 con 40 g di farina di cocco
2. Ho utilizzato 110 g di latte di cocco e 50 g di acqua
Per la cottura, ho cotto per 55 minuti a 160°C e gli ultimi 10 minuti ho alzato la temperatura a 175°C.





Torta pere e yogurt

Queste sono le pere che io ho sempre mangiato da quando ero piccola. Non conosco il loro nome, sono le pere del giardino di mio padre, quelle piccole, tonde e dure con un sapore molto aromatico. Si tratta di una varietà un po' selvatica che non ho mai trovato in nessun negozio...non piacciono a tutti ma io le adoro e Chiara più di me.
Prima che la stagione di queste pere termini ho provato ad utilizzarle per un dolce semplice, di quelli da colazione...insomma i ciambelloni che piacciono a me.
Questo è tratto dal diario di Madame Gateau anche se ho leggermente cambiato la ricetta originale. Ad esempio ho scelto di non inserire le gocce di cioccolato e di usare come aroma la cannella al posto della vaniglia.


INGREDIENTI

3 pere tagliate a tocchetti
225 g di farina 00
75 g di farina integrale
3 uova medie a temperatura ambiente
100 g di zucchero semolato
100 g di zucchero di canna
100 ml di olio di mais
125 g di yogurtbianco
1 bustina di lievito per dolci
 1 cucchiaino raso di cannella

 PROCEDIMENTO

Setacciare insieme le farine e il lievito per dolci. Montare in planetaria le uova con gli zuccheri fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Unire l’olio e lo yogurt, mescolare con una spatola, unire le farine e mescolare sempre delicatamente con la spatola. Aggiungere le pere e la cannella, mescolare e versare nello stampo già imburrato e infarinato. Cuocere in forno preriscaldato a 170° C per 45 minuti.



Plum cake....a cubetti!!!

"Mamma qualche volta mi puoi fare i plum cake?" " Sì, però li facciamo a cubetti!!!" Dopo questa risposta ho visto Carlo un po' perplesso ma alla fine il risultato gli è piaciuto.
La ricetta è tratta dal blog Chiarapassion ed è davvero molto semplice.
Per la forma ho usato uno stampo in silicone Silikonmart.





 Ho seguito esattamente la ricetta del sito, l'unica variazione riguarda la cottura. Visto che ho usato degli stampi piccoli al posto di uno stampo unico, ho cotto in forno preriscaldato a 180°C per 30 minuti.



Doughnuts al forno!!

Sfidando le temperature tropicali di questi giorni e l'umidità che c'è qui ho deciso di accendere comunque il forno (previo raffreddamento della cucina con aria condizionata) e di preparare una merenda per i bambini. Io ho fatto l'impasto e loro si sono divertiti a decorarae questi doughnuts non fritti ma cotti al forno...




La ricetta è tratta dal blog La ciliegina sulla torta, eccola:

INGREDIENTI

1 uovo a temperatura ambiente
225 ml di latte intero tiepido
60 g di zucchero semolato
450 g di farina (ho utilizzato 300 g di manitoba e 150 g di “00”)
7g di lievito di birra disidratato
100 g di burro a temperatura ambiente
2 cucchiaini di pasta d'arancia
1 pizzico di sale
 
PROCEDIMENTO
 
sare in planetaria l’uovo leggermente battuto, lo zucchero, il latte, l’estratto di vaniglia e il sale, mescolare bene il tutto utilizzando la foglia (o K). Aggiungere circa 2/3 della farina assieme al lievito, impastare a bassa velocità fino a quando l’impasto non risulterà omogeneo. Montare il gancio ed azionare la planetaria a velocità medio-bassa, aggiungere il burro precedentemente tagliato a cubetti, un pezzetto per volta, ed impastare fino a quando l’impasto non avrà assorbito tutto il burro, circa 5 minuti. Aggiungere la farina rimanente, un po’ per volta  ed impastare fino ad ottenere un impasto lucido ed elastico, morbido ma non eccessivamente appiccicoso. Versare l’impasto sulla spianatoia leggermente infarinata e lavorarlo brevemente a mano, fino a quando non si attaccherà più alle mani. Trasferire l’impasto in un recipiente leggermente unto, coprire con uno strofinaccio umido e lasciar lievitare in un luogo tiepido fino al raddoppio, per circa un ora. Sgonfiare l’impasto e stenderlo ad uno spessore di circa 1 cm o poco più, ricavare i doughnuts utilizzando due coppa pasta (uno da 7,5 cm di diametro e l’altro da 2,5 cm) e sistemarli ben distanziati sulle teglie rivestite di carta forno. Coprire con pellicola e lasciar lievitare in un luogo tiepido per circa 20-30 minuti, o fino a quando il volume delle ciambelline non sarà raddoppiato. Cuocere in forno statico, preriscaldato a 200°C, per circa 6-8 minuti, o fino a quando i doughnuts non saranno leggermente dorati.
 
 
Noi li abbiamo decorati con una ghiaccia all'acqua ottenuta mescolando zucchero a velo con poca acqua e corallini colorati. Ma sono buoni anche semplici con zucchero a velo spolverizzato oppure si possono spennellare con burro e passare nello zucchero semolato...per ricordare quelli fritti!!

Torta mascarpone e albicocche

In un pomeriggio estivo che sembra più autunnale qualcosa bisogna fare per impegnare i bambini e, come sempre, io faccio un dolce. In frigo avevo tante albicocche (direttamente dal giardino di mio padre) e una confezione di mascarpone da consumare e questa torta faceva proprio al caso nostro.


INGREDIENTI

Zucchero 150 g
Uova intere 4
Farina 250 g
Mascarpone 250 g
Albicocche tagliate a dadini 400 g
Lievito per dolci 1 bustina
Bacca di vaniglia 1
Sale 1 pizzico

PROCEDIMENTO

In planetaria sbattere con la frusta uova e zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Diluire il mascarpone con alcune cucchiaiate di questo composto ed incorporarlo completamente. Aggiungere il sale e i semi di vaniglia. Incorporare a mano la farina ed il lievito setacciati. Infine aggiungere le albicocche e mescolare bene. Versare il composto in una teglia da 25 cm imburrata ed infarinata e cuocere a 180°C per 45 minuti.




E' vero che Chiara e Carlo hanno fatto un po' di disastri in cucina ma mangiare una torta fatta quasi completamente da loro ti cambia la giornata!!!





News

Flatbread alla griglia!!!

Quattro mesi che non pubblico nulla sul blog, quattro mesi pieni di tante cose, esperienze nuove. impegni crescenti ed un lavoro che non mi ...