Visualizzazione post con etichetta dolci al cioccolato. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta dolci al cioccolato. Mostra tutti i post

domenica 30 aprile 2017

Mousse al cioccolato!!!

Questo il dolcetto che ho preparato per la cena di ieri sera: base marquise al cacao, mousse al cioccolato fondente (ricetta di Ernst Knam) e decorazioni di cioccolato al latte...quello delle uova, ovviamente!




Ho preparato la marquise al cacao (qui la ricetta) e con il coppapasta ho ritagliato dei piccoli cerchi. Poi ho preparato la mousse al cioccolato  di Knam, quella senza uova, l'ho inserita in delle semisfere di silicone e ho messo in congelatore per 4 ore. Ho sformato le semisfere, le ho poggiate sui dischi di marquise e ho decorato con girandole di cioccolato al latte.





domenica 19 febbraio 2017

Tarte au citron (con un tocco al cioccolato)

Oggi vi presento la ricetta che ho testato per il Cakes Lab. Il libro scelto per questo mese è Il piccolo libro di Chocolat di Joanne Harris. Dopo aver vinto con la mia ricetta di torta quattro quarti alle mele caramellate, mi è stata data la possibilità di entrare a far parte dello staff e quindi di provare anche io a realizzare una delle ricette del libro. La mia scelta è ricaduta su questa torta che mi ha subito colpita per il particolare accostamento di sapori: limone e cioccolato fondente!!!



 La ricetta non è difficile da realizzare ed è scritta in modo abbastanza semplice ma secondo me c'è qualche piccola imperfezione di cui vi parlerò dopo...

INGREDIENTI

farina 150 g
burro freddo tagliato a cubetti 75 g
zucchero 25 g
uovo 1

Ripieno 1

uova 2
zucchero 50 g
scorza e succo di 2 limoni non trattati
panna 175 ml

Ripieno 2

cioccolato fondente tagliato a pezzetti 60 g
panna 100 ml

PROCEDIMENTO

Porre farina e burro in una ciotola e lavorare finché non si formano delle briciole. Aggiungere lo zucchero e incorporarlo. Sbattere l'uovo e mescolarlo agli ingredienti asciutti finché l'impasto non diventa una palla. Avvolgerla in  pellicola e farla riposare in frigo per 30 minuti. Preriscaldare il forno a 190°C e imburrare una teglia da crostata da 23 cm (io con la stessa dose ne ho preparate 2 piccole).
Stendere la pasta su una superficie fresca e lievemente infarinata e inserirla nello stampo senza tirare troppo la pasta. Rifinire i bordi. Bucherellare la base con una forchetta, foderare con carta forno, riempire con fagioli secchi e cuocere per 20 minuti. Abbassare la temperatura a 150°C, rimuovere i fagioli e proseguire la cottura per altri 10 minuti.
Nel frattempo preparare il ripieno 1 sbattendo insieme le uova, lo zucchero, il succo, la scorza dei limoni  e la panna. Per preparare il ripieno 2, fondere il cioccolato a bagnomaria, aggiungere la panna e mescolare finché il composto non è omogeneo. 
Assemblare il dolce: versare il composto al limone nell'involucro di pasta frolla, poi versarvi adagio il cioccolato dall'alto in sottili motivi circolari. Usando un coltello sottile, girare un poco il composto in modo da creare un effetto marmorizzato. Porre la torta la centro del forno caldo (150°C) per 30 minuti, finché la crema non è appena rappresa, poi servire calda o fredda.




Allora devo dire che questo accostamento particolare mi ha stupita. I due ripieni si fondono in modo perfettamente armonico. Detto ciò, ci sono un paio di cose che non mi hanno convinta: il ripieno al limone è davvero troppo liquido, forse andrebbe diminuita la quantità di succo di limone, ma questo può dipendere dai limoni!!! La seconda cosa da notare è invece un passaggio della ricetta a mio parere assolutamente da non fare: per il ripieno 2 dice di fondere il cioccolato a bagnomaria e poi di versarvi la panna....non fatelo!!! La panna fredda cristallizza il cioccolato e non si amalgama con lo stesso. In realtà si tratta di una ganache, quindi è molto più semplice far bollire la panna e versarla sul cioccolato tagliato a pezzetti. Così non si avranno brutte sorprese.

Tirando le somme, nonostante qualche piccolo problema, il sapore del dolce mi ha convinta e per questo motivo la ricetta merita comunque una faccina sorridente.



Grazie a tutto lo staff del Cakes Lab per questa bellissima opportunità che mi è stata data. Io finisco qui il mio test ma sicuramente continuerò nei prossimi mesi a provare le ricette che saprete proporci. A presto!!!!!!

domenica 17 aprile 2016

Colazione a letto: capresine e panini olio e basilico

Dopo aver vinto il Crazy Taste di Marzo con la ricetta delle barrette ai cereali, arancia e fave di cacao, questo mese ho avuto la possibilità di entrare nello staff di Cakes Lab e di testare una ricetta del libro di Aprile Colazione a letto di Andrea Golino. Libro molto carino organizzato in 24 menù per 2 tutti studiati per la colazione...meglio ancora se a letto!
All'inizio ero indecisa su quale ricetta testare ma poi ho visto questa, intitolata Semplicità Mediterranea e non ho saputo resistere: panini all'olio extravergine di oliva da servire con crema inglese e capresine....quindi un lievitato e un dolce tipico della mia regione, non potevo che testare questa ricetta!

Veniamo alle varie preparazioni....

CAPRESINE

INGREDIENTI

125 g di zucchero
125 g di burro morbido
125 g di mandorle
125 g di cioccolato fondente
60 g di tuorli
90 g di albumi

PROCEDIMENTO

Tritare grossolanamente le mandorle. Sciogliere il cioccolato a bagnomaria o al microonde. Ammorbidire il burro in microonde per 30 secondi, montarlo e  aggiungerlo al cioccolato fuso. Montare i tuorli con 100 g di zucchero e incorporarli al composto di burro e cioccolato, mescolando delicatamente con una spatola. Incorporare poi la farina di mandorle. Montare gli albumi con i restanti 25 g di zucchero e "alleggerire" il composto principale, mescolando dal basso verso l'alto. Versare in stampini monoporzione e cuocere in forno a 180°C per 18 minuti.


PANINI ALL'OLIO

INGREDIENTI

250 g di farina manitoba
130 g di latte
3 g di lievito di birra fresco
50 g di zucchero
50 g di olio extravergine d'oliva
6 g di sale
1 cucchiaio di malto d'orzo
Tuorlo-latte per spennellare

PROCEDIMENTO

Sciogliere il lievito nel latte a temperatura ambiente. Impastare a mano o in planetaria la farina, lo zucchero, il latte e il malto. Unire l'olio e continuare ad impastare. Poi aggiungere il sale e un po' d'acqua se l'impasto dovesse risultare troppo duro. Lasciar lievitare per 5-6 ore. Formare dei panini tutti della stessa misura. Disporli su una teglia con carta forno. Spennellare con tuorlo e latte e far lievitare un'altra ora coperti da pellicola. Infornare a 200°C per 10 minuti e poi abbassare a 180° C per altri 5 minuti.



CREMA INGLESE ALL'OLIO

INGREDIENTI

50 g di olio extravergine Coratina di Bari
100 g di latte
100 g di panna
30 g di zucchero
40 g di tuorli freschi

PROCEDIMENTO

Portare a bollore latte e panna in un pentolino. Mischiare, senza montare, tuorli e zucchero. Aggiungere poco a poco panna e latte e rimettere sul fuoco. Cuocere come si suol dire "a nastro" fino a 84°C; la crema deve velare il cucchiaio. Incorporare l'olio e raffreddare rapidamente.
Per la decorazione friggere delle foglie di basilico, lavate ed asciugate e poggiarle su carta da cucina.



In conclusione posso dire che le capresine sono davvero ottime, leggermente rustiche per le mandorle tagliate grossolanamente ma morbide e umide proprio come deve essere il dolce della tradizione campana. 
Anche la crema inglese mi ha stupita, è venuta davvero bene. L'autore consiglia di tagliare la calotta dei panini e di inserire un po' di crema usando un sifone. Non avendo a disposizione questo strumento l'ho servita direttamente nelle ciotoline, ma anche così è deliziosa.
Invece i panini all'olio sono stati una vera delusione...l'impasto contiene probabilmente troppo olio e, nonostante, ho quasi raddoppiato i tempi di lievitazione, alla fine non sono cresciuti come mi aspettavo...sono rimasti piccoli e gommosi...peccato!




Facendo una media la colazione testata si merita questa faccina:




Grazie a tutte voi del Cakes Lab!!! E' stata una bellissima esperienza per me!!!

venerdì 26 febbraio 2016

Sacher all'arancia

Questa settimana c'era una torta ricorrente in molti post su Facebook, su molti blog che seguo, nelle immagini che guardo su Instagram...una vera e propria persecuzione!!! Così alla fine l'ho preparata anch'io ma in una versione un po' diversa da quella classica con confettura di albicocche. Io ho usato marmellata di arance amare per farcire e ho decorato con la scorza d'arancia candita da me.
Inoltre, nell'impasto ho inserito la buccia di arancia grattugiata sfruttando le ultime arance disponibili in questo periodo nel giardino dei miei suoceri.
La base che ho usato è quella della torta Sacher di Ernst Knam, mentre per la glassa ho scelto una ricetta suggerita da LuCake...facile e lucidissima!!!



INGREDIENTI (per una tortiera da 28 cm)

  • 150 g cioccolato fondente 55 % a pezzetti
  • 6 tuorli
  • 6 albumi
  • 130 g burro
  • 40 g zucchero a velo
  • 2 g sale
  • 1 bacca di vaniglia 
  • 180 g zucchero semolato
  • 130 g farina 00
  • Buccia di 2 arance grattugiata
  • 300 g marmellata di arance amare
  • Burro e farina per lo stampo

Per la glassa

300 g di cioccolato fondente tagliato in pezzetti piccoli
250 g di panna fresca
50 g di glucosio



 PROCEDIMENTO

Raccogliere il cioccolato fondente in una ciotola; quindi farlo fondere al microonde.
In una terrina, montare con una frusta il burro con lo zucchero a velo, il sale, la buccia d'arancia e la vaniglia. Quando il composto é ben amalgamato, unire un po’ alla volta i tuorli leggermente sbattuti, mescolare e aggiungere il cioccolato fuso.
A parte, in una ciotola ampia, montare a neve con una frusta gli albumi insieme allo zucchero e unirli delicatamente all’impasto, infine aggiungere la farina. Mescolare con cura fino ad ottenere un impasto omogeneo. Versare il tutto in uno stampo imburrato e infarinato e riporre nel forno preriscaldato a 175° C per circa 35-40 minuti. 
Sfornare la torta e lasciarla raffreddare; quindi toglierla dallo stampo, capovolgendola delicatamente. Tagliarla a metà in senso orizzontale con un coltello sottile a sega in modo da ottenere 2 dischi.
Con una spatola stendere uno strato di marmellata sul primo disco e chiudere la torta con il secondo disco. Spalmare la marmellata anche sui bordi e tutta la superficie della torta.

Per la glassa, portare ad ebollizione la panna con il glucosio. Versare sul cioccolato per farlo sciogliere completamente. Portare la glassa ad una temperatura di 30°C e glassare la torta dopo averla messa su una gratella per dolci.
Decorare a piacere...io con le mie scorzette, oppure con la glassa rimasta, aspettare che si raffreddi e si addensi ulteriormente e procedere con la classica scritta.


Con questa dose ho preparato 2 torte piccole (una da 20 cm e l'altra da 15 cm).
La grande la mangeremo domani sera per una cena...se riusciamo ad organizzare perchè ormai sono 3 settimane che rimandiamo a causa di influenze varie. L'altra è un regalo!!!


domenica 14 febbraio 2016

Tronchetto foresta nera e buon San Valentino!!!

Non è proprio una bella giornata per me, tra Carlo con la febbre alta, la cena di stasera saltata, la lavatrice che ha deciso di abbandonarmi proprio stamattina e il tempo grigio e piovoso...diciamo che questo San Valentino va un po' così.
Però al dolcetto non si può rinunciare e quindi, anima e coraggio, stamattina l'ho completato con le decorazioni in cioccolato che avevo  preparato e oggi lo mangiamo a pranzo.


La ricetta è di Luca Montersino ed è una rivisitazione della classica torta Foresta Nera.
Come base ho usato un pan di spagna al cacao bagnato con bagna leggermente aromatizzata al marischino. Poi uno strato di panna montata in cui ho inserito le amarene. Di nuovo uno strato di pan di spagna al cacao dove ho distribuito delle scaglie di cioccolato fondente al 70% e infine uno strato di crema choccolatine (ricetta di Montersino). Le decorazioni sono dei cuoricini di cioccolato bianco colorato con colorante rosso e temperato.


INGREDIENTI

Per il Pan di Spagna

115 g di tuorli
100 g di zucchero semolato
un pizzico di sale
buccia di un limone grattugiata fine

125 g di albume
25 g di zucchero semolato

25 g di farina 00
25 g di fecola di patate
25 g di cacao

50 g di burro fuso a 45°C

PROCEDIMENTO
Montare i tuorli con lo zucchero, la buccia di limone e il sale, montare gli albumi con l'altra parte di zucchero. Unire delicatamente le polveri e l'albume procedendo in modo alternato. Prelevare un decimo del composto e unirlo al burro fuso. Mescolare con l'impasto rimanente. Mettere in uno stampo quadrato di lato 20 cm e cuocere in forno preriscaldato e ventilato a 170°C.


Per la crema chocolatine

125 g di crema pasticcera
200 g di cioccolato fondente al 50%
700 g di panna fresca montata

PROCEDIMENTO
Fondere il cioccolato a 45°C, unire alla crema pasticcera portata a temperatura di 35°C. Aggiungere la panna. Io ne ho usato circa 250 g in modo da avere una consistenza più compatta.



BUON SAN VALENTINO

giovedì 10 settembre 2015

Tortine di brownies arancia e pistacchio

E si ricomincia!!! Tempo nuvoloso, temperature crollate, venticello fresco e forno acceso!!!
I brownies sono dei dolcetti buonissimi, ho provato a farli diverse volte con differenti ricette ma il risultato non era mai perfetto. Sempre un pochino gommosi o troppo umidi o troppo secchi, poi vedo questa ricetta del contest Cakes Lab e decido di provarla...risultato perfetto: croccanti fuori e umidi all'interno, soffici e buonissimi!



La ricetta è quella originale, tratta dal libro California Bakery di Alessio Baù, la forma non è quella classica a quadratini ma ho pensato di fare delle tortine. Alla ricetta originale ho aggiunto pezzetti di arancia candita (sempre quella preparata in casa da mio marito!) che ho mescolato all'interno dell'impasto e, come decorazione, granella di pistacchi di Bronte leggermente tostati.



INGREDIENTI

4 uova 
200 gr (1 Cup) di Zucchero Semolato Bianco 
150 gr di Burro 
1/3 dei semi di un baccello di Vaniglia 
250 gr (1 e ¼ di Cup) di Gocce di Cioccolato o Cioccolato a Pezzetti
120 gr (2/3 di Cup) di Farina Bianca 00, setacciata 
2 gr (1/4 tsp) di Sale Fino 

per la decorazione 
150 g di scorza di arancia candita
granella di pistacchi di Bronte

 
 
PROCEDIMENTO
 
Imburrate lo stampo e foderatelo con la carta forno. Mescolate in una ciotola gli ingredienti secchi. Fondete a bagnomaria il burro con sopra il cioccolato. Lasciate intiepidire un po’, mescolando delicatamente con un cucchiaio in modo da ottenere un composto liscio, lucido e omogeneo. Unite quindi le uova, due alla volta, e incorporate vaniglia e zucchero.

Amalgamate con un cucchiaio gli ingredienti secchi aggiunti a pioggia. Rovesciate l’impasto nella teglia.

Decorate cospargendo sul composto frutta secca a piacere, senza abbondare.

Cuocete in forno preriscaldato a 170° per 20-25 minuti. Controllate la cottura infilando un lungo stuzzicadenti al centro del dolce, dovra’ uscirne leggermente umido. Sfornate e aspettate che si raffreddi prima di toglierlo dalla teglia. 


Con questa ricetta partecipo al Contest " Crazy Taste" del Cakes Lab Test & Taste
 



lunedì 1 giugno 2015

Mini chiffon cake con ganache al cioccolato bianco e gelatina di lamponi

Questa settimana Chiara ha invitato a casa delle amichette e come dolce cosa mi ha chiesto di preparare? Ovviamene Chiffon cake!!!! Questa volta l'abbiamo fatta al cacao ed è piaciuta tantissimo.
Con quello che era rimasta ho pensato di preparare un dessert, così con un coppapasta ho tagliato dei dischetti da usare come base, ho messo uno strato di ganache al cioccolato bianco e una gelatina di lamponi.

INGREDIENTI

Per la base di Chiffon Cake al cacao

6 uova extra-large (o 7 normali)
250g di farina
50g di cacao 
una bustina di  lievito per dolci 
8g di cremore tartaro 
300g di zucchero
1 pizzico di sale 
125g di olio di mais 
160g di acqua 
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
 
Per la ganache al cioccolato bianco
 
150g di panna fresca
300g di cioccolato bianco
 
Per la gelatina di lamponi
 
100g di lamponi freschi
70g di zucchero a velo
1 cucchiaio di succo di limone filtrato
1 cucchiaino di agar agar
 
 

PROCEDIMENTO
Prima di tutto preparare la Chiffon Cake al cacao. Riunire nella ciotola dell'impastatrice gli albumi, il cremore tartaro e 100g di zucchero, azionare la macchina dotata di gancio a frusta e lasciate lavorare a velocità sostenuta fino a che gli albumi non siano ben montati.
Mettere da parte il composto ottenuto e procedere con i tuorli.
Riunire nella ciotola dell'impastatrice i tuorli e i 200 g di zucchero rimasti, quindi montarli con il gancio a frusta fino a che diventino chiari e spumosi. Unire l'olio al composto con la macchina in funzione al minimo della velocità. Aggiungere il sale, l'estratto di vaniglia ed infine l'acqua azionando la macchina dopo ogni aggiunta per incorporare bene gli ingredienti.
Setacciare la farina insieme al cacao e al lievito ed incorporarla alla montata di tuorli mescolando il tutto con un cucchiaio di legno e con un movimento dal basso verso l'alto. A questo punto aggiungere gli albumi precedentemente montati in 3 volte, sempre mescolando delicatamente dal basso verso l'alto.
Versare il composto nello stampo da chiffon cake  fino a riempirlo a 3/4 della sua capienza. Infornare a 180°C per circa 55 minuti.
Una volta cotta, sfornare la chiffon cake  e farla raffreddare a testa in giù appoggiando lo stampo sui piedini di cui è dotato.
Quando la chiffon cake sarà completamente fredda, passare un coltellino sui bordi e ribaltarla su di un piatto da portata.
 
Preparare la ganache portando ad ebollizione la panna. Togliere dal fuoco e aggiungere il cioccolato tagliato a pezzettini. Mescolare fino al completo scioglimento e lasciar raffreddare il composto.
 
Intanto preparare la gelatina frullando i lamponi con lo zucchero a velo e il succo di limone. Cuocere a 90°C per 6-7 minuti (io l'ho fatto con il Bimby), aggiungere l'agar agar e mescolare bene finchè si scioglie completamente.
 
 
 
A questo punto comporre il dolce mettendo in un coppapasta un dischetto di chiffon cake, riempire con la ganache e poi con la gelatina. Mettere in frigo per 3-4 ore o comunque fino a quando la gelatina si addensa.
Sformare le mini cake e guarnire con granella di pistacchi per dare una nota croccante e un tocco di colore.
 



Con questa ricetta partecipo alla raccolta "Cioccolato e...frutti rossi" ospitata questo mese dal blog Il pan di zenzero
 
raccolta cioccolato e...

venerdì 9 gennaio 2015

Cake morbida al cioccolato e scorza di arancia candita

Devo dire che a me non piacciono molto i canditi, o meglio non mi piacciono quelli che si comprano perché alla fine non sanno davvero di nulla, sembrano più delle caramelle gommose che con la frutta non ha nulla a che vedere. Ma le scorzette di arancia caramellate che ha preparato mio marito (con le arance bio di papà!) sono tutta un'altra storia!!!
L'idea era quella di usarle per preparare delle brioches ma poi non ho trovato gli ingredienti che mi servivano e quindi ho optato per questo dolce al cioccolato fondente rielaborato mettendo insieme varie ricette già sperimentate.
E, si sa, il cioccolato con l'arancia è un binomio perfetto.





INGREDIENTI

200 g di cioccolato fondente
200 g di burro
60 g di farina
170 g di zucchero
4 uova
1 pizzico di sale
150 g di scorzette candite
3 cucchiai di liquore all'arancia



PROCEDIMENTO

Sciogliere il cioccolato fondente al microonde, aggiungere il burro e far sciogliere bene. Montare i rossi con lo zucchero, aggiungere la farina setacciata, il liquore all'arancia e incorporare il composto di cioccolato e burro. Infine aggiungere le scorzette d'arancia tagliate a cubetti e leggermente infarinate (per non farle affondare nel dolce) e gli albumi montati a neve con un pizzico di sale.
Cuocere per circa 45 minuti in forno preriscaldato a 175°.
Sfornare il dolce, capovolgerlo su un piatto e, dopo averlo fatto raffreddare, spolverizzare con zucchero a velo e guarnire con qualche scorzetta candita.

Ed eccole qui le scorzette d'arancia...


 
 
Sono buone anche da mangiare così ma in questo dolce sono davvero buonissime!!!!
 



Con questa ricetta partecipo al contest "Cioccolato e...agrumi" di lastufaeconomica.


Cioccolato e agrumi

sabato 23 agosto 2014

Rotolo al cacao con panna e nutella

Questa settimana altro onomastico e altro babà richiesto per l'occasione ma, si sa, ai bambini il babà non piace proprio e per evitare pianti e urla questa volta ho preparato una cosina anche per loro...


 
La ricetta l'ho presa dal libro americano che avevo letto in primavera. Il problema di questo libro è che le dosi sono per una pasticceria!!! Quindi ogni volta mi tocca fare tutti i conti per avere le dosi adatte ad un forno casalingo.
 
INGREDIENTI
 
40 g di farina per dolci
40 g di cacao amaro
150 g di albumi
150 g di tuorli
70 g di zucchero
 
PROCEDIMENTO
 
Montare gli albumi a neve aggiungendo verso la fine 20 g di zucchero. Montare i tuorli con il restante zucchero. Unire gli albumi ai tuorli montati. Unire la farina e il cacao setacciati con movimenti dal basso verso l'alto per non smontare il composto.
Rivestire la teglia del forno con un foglio di carta forno. Versare l'impasto e livellarlo. Cuocere in forno caldo a 200°C per 7-10 minuti.
Appena sfornato passarlo su un foglio pulito di carta forno e, con l'aiuto dello stesso, arrotolarlo e lasciarlo raffreddare.
Una volta freddo farcire  a piacere (io panna e nutella) e mettere in frigo a solidificare. Dopo qualche ora tagliare a fette il dolce e servire.
 
 

L'unico errore è stato arrotolarlo sul lato lungo mentre andava fatto sul lato corto in modo da avere più giri. In ogni caso il sapore è ottimo e resta morbido e per niente asciutto.

Mi sa che stasera non mangio il babà.....

sabato 15 febbraio 2014

Mini tortine cubane per San Valentino!!!

La torta cubana è uno dei dolci più richiesti, la faccio spesso soprattutto per le feste perchè piace davvero a tutti...e soprattutto a mio marito! Questa volta però ho deciso di fare una piccola variazione e di realizzare delle mini tortine decorate per San Valentino.






INGREDIENTI
4 uova
120 g di farina
160 g di zucchero
40 g di cacao
1 bustina di lievito
rhum
Nutella
250 g di panna da montare
2 cucchiai di caffè solubile

RICETTA

Montare nella planetaria le uova con lo zucchero. Aggiungere la farina setacciata, il cacao ed il lievito. Versare il composto in una tortiera da 24 cm. Cuocere in forno caldo a 170° per 30-35 minuti.
Una volta raffreddata, tagliare la torta in 2 strati e con un coppapasta circolare ricavare tanti dischetti.   Togliere un pò di mollica dal centro di ogni dischetto in modo da formare delle piccole ciotoline. Ovviamente questa parte non va gettata via ma, insieme ai ritagli della torta, dovrà essere ridotta in briciole (con la mani) e andrà a ricoprire le tortine.
Bagnare tutti i dischetti con uno sciroppo fatto con acqua, zucchero e rhum. Al centro del dischetto, dove abbiamo formato l'incavo, inserire un cucchiaino di Nutella.
Montare la panna e aggiungere il caffè solubile sciolto in pochissimo latte. Se la panna, come nel mio caso, non è zuccherata aggiungere zucchero a velo q.b.
 Aiutandosi con una sac a poche, ricoprire le tortine con panna al caffè. A questo punto prendere le briciole della torta messe da parte e, con un pochino di pazienza, farle aderire alla panna fino a coprire completamente le tortine.



Per fare le decorazioni a cuoricino ho sciolto 50 g di cioccolato fondente a bagnomaria e con una siringa con beccuccio stretto ho disegnato i cuori su un foglio di carta forno. Poi li ho messi in frigo per farli indurire e alla fine li ho staccati delicatamente dalla carta e li ho inseriti sulle tortine che avevo decorato con un ciuffetto di panna spolverata di cacao.
 
 

 
 
E qui l'interno del dolcetto....
 



...dove si vede la Nutella...buonissimissimi!!!!

Tanti auguri amore mio!

Con questa ricetta partecipo al Contest "I dolci del cuore" di Imma di Dolci a gogò:






domenica 26 gennaio 2014

Chiffon Cake al cacao....farcita!!!

Oggi è domenica e visto che era rimasta qualche fettina di Chiffon Cake al cacao l'ho rielaborata come si vede dalla foto:


Ho fatto una "torre" alternando 3 fette di Chiffon Cake con 2 strati di panna montata e pezzetti di cioccolato gianduia  con nocciole (residuo delle calze della Befana!!!).
Ed ecco il mio dolce da servire come fine pasto!

Chiffon cake al cacao

E questo è il secondo dolce della settimana!!! La chiffon cake base l'ho già preparata precedentemente ed era buonissima, girando per la rete ho trovato questa ricetta che mi ha incuriosito e ho deciso di provare la versione al cacao.


In effetti anche questa è davvero molto buona però forse per essere gustata al meglio deve essere farcita (come da ricetta originale o con panna, nutella, etc.). Ovviamente io non ho avuto il tempo di farlo perchè appena i bimbi l'hanno vista ho dovuto farne due fette per loro...

Comunque è sofficissima e sicuramente può essere un'ottima base per torte decorate!

domenica 6 ottobre 2013

Muffin al doppio cioccolato

Quando sono triste tendo a restare in silenzio e questo blog segue il mio stato d'animo. Ma un dolcetto al cioccolato può aiutare a sentirsi meglio anche se è solo per qualche momento...
Questi muffin al doppio cioccolato li ho fatti soprattutto per provare questi stampi in silicone dell'Ikea che mi ha regalato una mia collega...troppo carini!!!


Per ora metto solo le fotine...magari tra un pò mi verrà voglio di ricominciare a scrivere...




lunedì 19 agosto 2013

Bicchierini con pan di spagna al caffè, mousse al cioccolato e panna

Eh si, ho scritto praticamente tutto nel titolo di questo post!
Il dolcetto che ho preparato per l'onomastico di Chiara è davvero molto semplice ma di grande effetto: ho tagliato a cubetti un pan di spagna al cioccolato (quello che uso di solito come base per le torte), l'ho bagnato con uno sciroppo di acqua, zucchero e caffè e l'ho messo sul fondo di un bicchierino. Poi ho ricoperto con la "solita" buonissima mousse al cioccolato fondente Bimby  e decorato con panna e scaglie di cioccolato fondente.


E qui tutti insieme...


Tanti auguri Chiara!!!

venerdì 21 giugno 2013

cassatine e tartufi cioccolato e arancio

Per l'onomastico di mio marito ho preparto ben 2 dolcetti: le cassatine napoletane e dei tartufi al cioccolato e scorzetta di arancio.
Le cassatine sono fatte con una base di pan di spagna classico, farcite con una crema preparata con ricotta di pecora, scaglie di cioccolato, zucchero e un pò di maraschino. Alla fine le ho decorate con glassa reale e un pò di canditi.


Eccole da vicino:


E poi i tartufi...preparati sciogliendo 300 g di cioccolato fondente con 150 g di panna a bagnomaria. Ho messo nel composto delle scorzette di arancia candita e ho lasciato raffreddare per 2 h in frigo. Una volta solidificato ho formato le palline, le ho rotolate nel cacao e messe nei pirottini:



Buon onomastico amore mio!!!
PS. Tra poco parto ma torno presto....promesso!

News

Torta soffice al latte di cocco