domenica 7 febbraio 2016

Plum cake al cardamomo e kumquat canditi...quasi un muffin

Questo mese ho visto che il libro scelto dallo staff di Cakes Lab Test&Taste è Cakes dolci e salati di Ilona Chovancova e mi ha molto incuriosita la ricetta da testare: Quai un muffin...
A parte gli ingredienti semplici e la possibilità di infinite varianti la cosa più carina, secondo me, è il procedimento: praticamente basta un unico recipiente dove mescolare tutti gli ingredienti e non c'è bisogno nemmeno delle fruste elettriche...un cucchiaio di legno e il plum cake è pronto per essere infornato!!!
La versione che ho scelto di realizzare è una variante della ricetta base alla quale ho aggiunto il cardamomo che conferisce un aroma inconfondibile e si sposa benissimo con la dolcezza ed il profumo dei kumquat o mandarini cinesi canditi (ovviamente fatti da me!)


INGREDIENTI

Per il plum cake

300 g di farina
2 uova
170 g di zucchero
100 ml di latte
100 g di yogurt bianco (meglio se non zuccherato)
100 ml di olio 
1/2 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale
10-15 bacche di cardamomo (semi pestati nel mortaio)
150 g di kumquat canditi (vedi dopo)

PROCEDIMENTO

In una ciotola mescolate olio, uova, latte e yogurt. Man mano aggiungete gli ingredienti secchi: farina, lievito, zucchero e sale e cardamomo. Amalgamate bene il tutto, aggiungete i mandarini cinesi caramellati fatti precedentemente scolare del liquido in eccesso e leggermente infarinati. Infine versate l'impasto in uno stampo da plum cake imburrato e infarinato. Cuocete nel forno caldo a 180° per circa 40 minuti. Controllate la cottura con uno stecchino e poi sfornate la torta...fatela raffreddare prima di toglierla dallo stampo.



Per quanto riguarda i mandarini cinesi diciamo che io li ho scoperti solo da qualche anno ma, sinceramente, non sono mai riuscita a mangiarli. Poi a Natale me ne hanno regalati tantissimi e per non buttarli ho provato a farli caramellati e sono rimasta davvero stupita del risultato: sono molto aromatici e profumati e, nonostante la dolcezza conferita dalla canditura, conservano una nota acidula davvero particolare che si sposa bene con molti tipi di dolci.
Per candire i mandarini cinesi si procede in questo modo: lavare 500 g di kumquat e bucarli con uno stuzzicadenti. Metterli in acqua fredda e portarli ad ebollizione, scolare l'acqua e ripetere 3 volte questa operazione. A questo punto preparare uno sciroppo con 500 g di acqua e 500 g di zucchero, far bollire per circa 10 minuti. Far intiepidire e aggiungere i kumquat. Portare ad ebollizione e cuocere finchè l'acqua risulta quasi del tutto evaporata e lo sciroppo si è addensato. Versare in barattoli sterilizzati e chiudere immediatamente.


Una ricetta semplice per un risultato davvero ottimo...è il tipico dolce adatto per la merenda o per la colazione da preparare quando il tempo è poco ma non si vuole rinunciare ad una dolce coccola. Buonissimo anche inzuppato nel cappuccino!!!



Con questa ricetta partecipo al Contest " Crazy Taste" del Cakes Lab Test & Taste


2 commenti:

  1. Ciao Loredana, hai reinterpretato questo semplice plumcake dandogli nuova vita. Non ho mai provato i mandarini cinesi caramellati ma a vederli così e con la tua accurata spiegazione sulla loro preparazione spero presto di aver modo di assaggiarli.
    Grazie per aver partecipato e buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elisabetta!!!
      I mandarini canditi richiedono un pochino di tempo per la preparazione ma ne vale la pena.
      A presto!

      Elimina

News

Fantastik 100% cacao di Christophe Michalak