Visualizzazione post con etichetta torte al cioccolato. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta torte al cioccolato. Mostra tutti i post

sabato 10 dicembre 2016

Morbidissimo all'arancia

Oggi è il mio onomastico e ho provato a fare  questo dolce visto qualche giorno fa in una trasmissione televisiva (DettoFatto). La base è un cake all'arancia, la copertura originale era cioccolato e amaretti ma io li ho sostituiti con mandorle tritate e, infine, la crema è semplicemente panna fresca montata con mascarpone e aromatizzata con pasta d'arancia (in mancanza di arance bio da grattugiare!!!).
Premetto che la torta è molto buona ma, secondo me, c'è un problema per la conservazione: l'impasto è molto ricco di burro che in frigo tende ad indurire, quindi in linea di principio dovrebbe essere conservata a temperatura ambiente (tipo la caprese), ma ciò non è possibile per la presenza della panna e del mascarpone che invece devono essere conservati in frigo...quindi la cosa giusta da fare è decorarla con la crema solo al momento di servirla!




INGREDIENTI

Cake all'arancia

burro 220 g
zucchero 180 g
farina 00 180 g
fecola di patate 80 g
arancia candita tagliata finemente 120 g
panna fresca 50 g
uova intere  4
lievito in polvere 9 g
sale fino 2 g
bacca di vaniglia 1

Glassa 

cioccolato fondente 70% 250 g
olio di semi 50 g
mandorle in granella 100 g

Crema all'arancia

panna fresca 200 g
mascarpone 50 g
pasta d'arancia o buccia grattugiata di un'arancia bio

PROCEDIMENTO

Preparare il cake all'arancia: nella planetaria lavorare il burro a pomata con lo zucchero, il sale e i semi di vaniglia. Aggiungere l'arancia candita e mescolare. Aggiungere le uova poco per volta, alternandole alla panna. Infine inserire le polveri precedentemente setacciate e incorporare all'impasto. Inserire in una teglia da 24 cm imburrata e infarinata e cuocere per circa 30 minuti in forno preriscaldato a 180°C .
Per la glassa sciogliere il cioccolato al microonde e portarlo ad una temperatura di 45°C. Aggiungere l'olio e la granella di mandorle. Mescolare bene e glassare la torta quando  è fredda.
Per la crema, inserire tutti gli ingredienti in planetaria e montare. Mettere il composto in una sac a poche e decorare la torta.
Con la glassa rimanente, una volta solidificata, si possono coppare dei dischetti per la decorazione. 







domenica 13 novembre 2016

Chiffon Cake stracciatella

Se non si era ancora capito, confermo che la Chiffon Cake è, tra le torte americane, sicuramente la mia preferita. Non so quante volte l'ho preparata e quante ne abbiamo mangiate e, nonostante ciò, non mi stanca mai.
Questa è una variante che non avevo ancora provato: Chiffon Cake stracciatella, ovvero arricchita da scaglie di cioccolato fondente. La particolarità di questa torta sta proprio nel suo impasto molto soffice che non può essere appesantito da ingredienti solidi altrimenti non raggiunge l'altezza desiderata e perde in morbidezza. Ma se il cioccolato viene grattugiato finemente (io ho usato la grattugia per le carote!) il risultato è ottimo  e supergoloso!!!




La ricetta è sempre la stessa, quella che trovate qui sul mio blog, l'unica differenza sta nell'aggiunta di 40 g di cioccolato fondente grattugiato finemente da mettere insieme agli ingredienti secchi (farina e lievito setacciati).



Trooooooooooooppo soffice e troooooooooooooooppo buona!!!


venerdì 4 novembre 2016

Torta pere, ricotta e cioccolato

Come dice Carlo non è venerdì se mamma non fa una torta. Ed è vero, io li ho abituati così, il venerdì c'è sempre un dolce sulla credenza, di solito in bella mostra nell'alzatina dell'IKEA. E' una specie di rito. Poi la mattina del sabato quando facciamo colazione tutti insieme la torta è al centro del tavolo in mezzo a biscotti e cereali. Questo mi da molto l'idea di casa!!!
Visto che la mia amica Clelia mi ha regalato un'intera cassetta di pere, non potevo che preparare un dolce utilizzando questo frutto. Si tratta di una torta a base di ricotta e cioccolato arricchita da fettine di pera e gocce di cioccolato fondente...
La ricetta l' ho presa da qui.





INGREDIENTI

uova 4
farina 00 250 g
cioccolato fondente 100 g
2 pere
1 bustina di lievito per dolci
ricotta di mucca 125 g
zucchero 150 g
gocce di cioccolato q.b.
zucchero di canna 1 cucchiaio
mezzo limone


PROCEDIMENTO
Per prima cosa sciogliere il cioccolato o al microonde per 1 minuto oppure a bagnomaria e lasciarlo raffreddare. Privare le pere della buccia, tagliarle a spicchi e metterle in un piattino, unire il succo del limone e lo zucchero di canna e mescolare. Montare benissimo le uova con lo zucchero almeno 10 minuti, unire la ricotta, e far amalgamare bene gli ingredienti e poi unire la farina poca per volta, aggiungere anche il cioccolato fondente e con una spatola mescolare dal basso verso l’alto ed infine incorporare anche la bustina di lievito.Versare il composto in una tortiera possibilmente dal cerchio apribile, leggermente imburrata e infarinata del diametro di 22 cm , livellare bene ,mettere le pere a raggiera sulla torta e le gocce di cioccolato, infornarla a 170 ° per circa 40/45 minuti.



Buon fine settimana a tutti!!!

domenica 30 ottobre 2016

Caprese agli agrumi

Era un sacco di tempo che volevo fare questa caprese (ricetta originale di Sal De Riso) e ora che sono arrivati i nuovi limoni del giardino di papà ho colto l'occasione del suo compleanno e finalmente ho provato questa ricetta!!!
Come sempre ho modificato un pochino l'originale e, invece di usare solo i limoni, ho aggiunto anche le scorzette di arancia candite e la pasta di mandarino...tutto fatto da me!!! Così invece della caprese al limone preparato questa profumatissima caprese agli agrumi...



INGREDIENTI

olio extravergine d’oliva delicato 100 g
zucchero a velo 120 g 
mandorle dolci pelate 200 g 
cioccolato bianco 180 g 
scorzette di arancia candite 30 g 
pasta di mandarino 30 g
1 baccello di vaniglia
2 limoni
uova intere 250 g
zucchero semolato  60 g 
fecola di patate 50 g 
lievito per dolci  5 g 

PROCEDIMENTO

Frullare le mandorle con lo zucchero a velo e la vaniglia. In planetaria montare le uova con lo zucchero semolato fino a triplicarne il volume. Grattugiare finemente il cioccolato bianco e aggiungerlo alle mandorle insieme alla buccia dei limoni, le scorzette d'arancia tagliate sottili e la pasta di mandarino. Aggiungere la fecola e il lievito setacciati. Mescolare tutto, versare l'olio a filo ed infine le uova montate senza preoccuparsi di sgonfiare il composto. Versare in una tortiera da 22 cm imburrata e infarinata con la fecola e cuocere in forno preriscaldato a 180°C per i primi 5 minuti e poi a 160°C per altri 45 minuti.





La caprese al cioccolato fondente resta comunque la mia preferita ma devo dire che questa mi è piaciuta. Molto aromatica e delicata.

Tanti auguri papà!!!

venerdì 16 settembre 2016

Caprese

La caprese è un dolce tipico della mia regione, la preparo spesso ma poi puntualmente dimentico di fotografarla. Ieri ne ho fatte 2, una per mio fratello che aveva ospiti a cena e una per noi...per assaggiare!!! Qui da qualche parte sul blog c'è anche la ricetta ma risale ad un po' di anni fa. Per questo ho deciso di impegnarmi e, oltre alle foto, inserisco anche dosi e procedimento.



INGREDIENTI

Burro 250 g
Cioccolato fondente 200 g
Mandorle pelate e tostate in forno 350 g
Zucchero 200 g
Uova 6
1 bicchierino di limoncello
1 pizzico di sale

PROCEDIMENTO

Mettere le mandorle nel mixer con un cucchiaio di zucchero e ridurle in polvere (io ne lascio una parte tritata più grossolanamente perché mi piace trovare la parte croccante in questo dolce, ma ovviamente dipende dai gusti). Sciogliere il cioccolato in microonde. Montare i tuorli con il burro morbido e lo zucchero, aggiungere le mandorle, il cioccolato, il limoncello ed un pizzico di sale. Montare a parte gli albumi ed incorporarli delicatamente al composto.
Cuocere in forno preriscaldato a 175°C per 35 minuti. Fare la prova stecchino, in ogni caso l'interno deve rimanere umido.





Dolce adatto anche agli intolleranti al glutine perché privo di farina, semplice da fare con pochi ingredienti, risultato ottimo!!!




venerdì 26 febbraio 2016

Sacher all'arancia

Questa settimana c'era una torta ricorrente in molti post su Facebook, su molti blog che seguo, nelle immagini che guardo su Instagram...una vera e propria persecuzione!!! Così alla fine l'ho preparata anch'io ma in una versione un po' diversa da quella classica con confettura di albicocche. Io ho usato marmellata di arance amare per farcire e ho decorato con la scorza d'arancia candita da me.
Inoltre, nell'impasto ho inserito la buccia di arancia grattugiata sfruttando le ultime arance disponibili in questo periodo nel giardino dei miei suoceri.
La base che ho usato è quella della torta Sacher di Ernst Knam, mentre per la glassa ho scelto una ricetta suggerita da LuCake...facile e lucidissima!!!



INGREDIENTI (per una tortiera da 28 cm)

  • 150 g cioccolato fondente 55 % a pezzetti
  • 6 tuorli
  • 6 albumi
  • 130 g burro
  • 40 g zucchero a velo
  • 2 g sale
  • 1 bacca di vaniglia 
  • 180 g zucchero semolato
  • 130 g farina 00
  • Buccia di 2 arance grattugiata
  • 300 g marmellata di arance amare
  • Burro e farina per lo stampo

Per la glassa

300 g di cioccolato fondente tagliato in pezzetti piccoli
250 g di panna fresca
50 g di glucosio



 PROCEDIMENTO

Raccogliere il cioccolato fondente in una ciotola; quindi farlo fondere al microonde.
In una terrina, montare con una frusta il burro con lo zucchero a velo, il sale, la buccia d'arancia e la vaniglia. Quando il composto é ben amalgamato, unire un po’ alla volta i tuorli leggermente sbattuti, mescolare e aggiungere il cioccolato fuso.
A parte, in una ciotola ampia, montare a neve con una frusta gli albumi insieme allo zucchero e unirli delicatamente all’impasto, infine aggiungere la farina. Mescolare con cura fino ad ottenere un impasto omogeneo. Versare il tutto in uno stampo imburrato e infarinato e riporre nel forno preriscaldato a 175° C per circa 35-40 minuti. 
Sfornare la torta e lasciarla raffreddare; quindi toglierla dallo stampo, capovolgendola delicatamente. Tagliarla a metà in senso orizzontale con un coltello sottile a sega in modo da ottenere 2 dischi.
Con una spatola stendere uno strato di marmellata sul primo disco e chiudere la torta con il secondo disco. Spalmare la marmellata anche sui bordi e tutta la superficie della torta.

Per la glassa, portare ad ebollizione la panna con il glucosio. Versare sul cioccolato per farlo sciogliere completamente. Portare la glassa ad una temperatura di 30°C e glassare la torta dopo averla messa su una gratella per dolci.
Decorare a piacere...io con le mie scorzette, oppure con la glassa rimasta, aspettare che si raffreddi e si addensi ulteriormente e procedere con la classica scritta.


Con questa dose ho preparato 2 torte piccole (una da 20 cm e l'altra da 15 cm).
La grande la mangeremo domani sera per una cena...se riusciamo ad organizzare perchè ormai sono 3 settimane che rimandiamo a causa di influenze varie. L'altra è un regalo!!!


giovedì 31 dicembre 2015

Torta Opera

Per questo ultimo giorno dell'anno un po' triste per la mia famiglia ho cercato un dolce che mi tenesse impegnata...fisicamente e mentalmente e alla fine la mia scelta è ricaduta su questa torta che avevo già sentito nominare durante il programma "Il più grande pasticcere di Francia".
Come per tutte le torte famose non esiste un'unica ricetta, quella originale resta ovviamente un segreto del pasticcere che l'ha ideata, ma esistono versioni diverse ognuna con una propria caratteristica.
 Dopo tanto cercare la mia scelta è ricaduta sulla Torta Opera di Maurizio Santin che ho trovato in questo bellissimo blog.

 
 
Non l'ho ancora mangiata (è per la cena di stasera) ma ho assaggiato ogni singola preparazione e devo dire che è molto particolare...ogni strato di cioccolato ha un particolare aroma che aggiunge un tocco in più: nella mousse leggera al cioccolato bianco c'è il latte di cocco, nella ganache al cioccolato al latte c'è lo zenzero e in quella fondente ci andrebbe un pizzico di peperoncino che io ho omesso per farla mangiare anche ai bambini...


Per essere la prima volta che la preparo, l'aspetto non mi dispiace anche se doveva venire più bassa...o meglio gli strati dovevano essere più sottili, ma questa è una questione di pratica e soprattutto di attrezzature: prima o  poi comprerò anche le cornici che permettono la stesura uniforme degli strati, lo so!!!

martedì 23 giugno 2015

Afrikana di Ernst Knam

Domenica era l'onomastico di mio marito. Nonostante la poca voglia di festeggiare, almeno una torta ci voleva e questa è davvero buonissima per riprendersi un po'. Le torte di Knam hanno in genere pochi ingredienti ma ogni ricetta è sempre una piacevole sorpresa.

 
 
INGREDIENTI
 
1 disco di Marquise al cacao
200 g cioccolato fondente 55% (io ho usato 100 g al 75% e 100 g al 43 %)
400 g panna fresca liquida
qb cacao in polvere

per la marquise al cacao(ingredienti per 1 placca 60x40)
105 g tuorli
225 g albumi
315 g zucchero a velo
90 g cacao amaro
30 g fecola di patate
qb zucchero semolato per spolverizzare





PROCEDIMENTO

Montate i tuorli con 105 g di zucchero a velo. A parte, montate gli albumi con i restanti 210 g di zucchero a velo. Unite quindi i due composti, aggiungendo il cacao e la fecola.
Mescolate delicatamente per incorporare bene tutti gli ingredienti.
Versate il composto ottenuto su una placca foderata con carta forno e livellatelo con una spatola in uno strato spesso circa 8 mm. Cuocete in forno preriscaldato a 200 °C per 8-9 minuti.
Infine, spolverizzate con zucchero semolato.

Passate quindi a preparare la mousse. Per prima cosa fate sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria e mettetelo da parte. Assicuratevi che la temperatura non superi i 55 °C e non si abbassi sotto i 45 °C. Con una frusta montate poi la panna a metà, in modo che risulti spumosa ma non troppo ferma. Versate il cioccolato nella panna e mescolate velocemente con una frusta fino a che non saranno amalgamati perfettamente.
Foderate uno stampo con il fondo removibile del diametro di circa 22-24 cm con un disco di carta forno e appoggiatevi il disco di marquise. Utilizzando una sac-à-poche. riempite lo stampo con la mousse e livellate bene la superficie con una spatola. Ponete a riposare in frigorifero per almeno 2 ore.
Prima di servirlo, togliete il dolce dallo stampo, ricopritene i bordi con la granella di cioccolato e spolverizzatelo con il cacao in polvere (io ho omesso entrambe le cose perché ai bimbi il cacao amaro sui dolci non piace e perché non avevo la granella di cioccolato....ma era ottimo già così!!!).


sabato 21 marzo 2015

Torta cubana

Oggi è il mio anniversario di matrimonio. Otto anni sono passati da quel 21 marzo che sembrava tutt'altro che il primo giorno di primavera...pioggia, grandine e freddo...autostrada chiusa per neve...io con abito senza maniche e ombrello!!! E poi nel pomeriggio sole, tanto sole con un cielo così azzurro che ho rivisto solo poche volte da allora. Tanti ricordi, tante emozioni e quindi ci voleva un dolce adatto per festeggiare. Questa torta l'ho preparata già altre volte soprattutto su richiesta ma una delle prime che ho fatto è stata poco prima del mio matrimonio in occasione del ritiro con il gruppo del corso prematrimoniale, così ieri l'ho preparata di nuovo.



INGREDIENTI

4 uova
120 g di farina
160 g di zucchero
40 g di cacao
1/2 bustina di lievito

rhum
Crema di nocciole
250 g di panna da montare
2 cucchiai di caffè solubile






PROCEDIMENTO

Montare le uova con lo zucchero. Aggiungere la farina setacciata, il cacao ed il lievito. Versare il composto in una teglia di 22cm di dimaetro. Cuocere in forno caldo a 170°C per 25 minuti.
Una volta raffreddata, tagliare la torta ad un'altezza di 2/3. Scavare lo strato inferiore lasciando un bordo di circa 1,5 cm e ridurre in briciole. Preparare una bagna al rhum portando ad ebollizione 250 ml di acqua con circa 150g di zucchero (o di più a seconda dei gusti), spegnere il fuoco ed aggiungere il rhum. Lasciar raffreddare la bagna prima di inzuppare la torta (sia lo strato inferiore che quello superiore). Montare la panna fresca, zuccherarla con zucchero a velo e dividerla in 2 parti. In una aggiungere il caffè solubile sciolto in pochissimo latte caldo. Farcire la torta con la panna aromatizzata al caffè e con la crema alle nocciole. Sovrapporre il disco superiore. Spalmare tutta la superficie con la restante panna montata e decorare facendo aderire le briciole di torta messe da parte.
Io ho decorato i bordi con riccioli di cioccolato ma può essere lasciata semplice o ricoperta anche sui bordi con le stesse briciole.

Ed ecco la fetta....


Buon anniversario amore mio da me e dai nostri piccoli Chiara e Carlo!!!

Visto che ieri mio fratello ha inaugurato la nuova casa con tutti i suoi colleghi, ne ho preparata una più grande anche per lui...eccole entrambe:





Con questa ricetta partecipo al contest "Cioccolao e...caffè" di Cardamomo & co:

Banner caffè e cioccolato


venerdì 27 febbraio 2015

Torta alle pere, cioccolato e mandorle di Knam

Anche questa settimana ho provato a preparare una torta tratta dal libro di Ernst Knam, la torta alle pere, cioccolato e mandorle. Si tratta di una crostata fatta con pasta frolla, crema al cioccolato (ottenuta mescolando una crema pasticciera con una ganache al cioccolato) e ricoperta di fettine di pera e mandorle....davvero buonissima!
Ma veniamo alle foto e al procedimento...




 
INGREDIENTI
 
*Pasta frolla 300g
*Crema pasticciera 250g
*Ganache al cioccolato 250g
2 pere
Mandorle a bastoncino tostate 50g
Gelatina  di albicocche 100g
 
PASTA FROLLA  (Dosi per circa 900g)
 
Burro 250g
Zucchero semolato 250g
Uova 100g (circa 2 uova)
Sale 4g
Vaniglia 1 stecca
Lievito in polvere 10g
Farina 00 480g
 
In una planetaria con il gancio, o a mano, impastare il burro con lo zucchero e la polpa di vaniglia. Quando gli ingredienti saranno amalgamati, unire velocemente le uova, la farina, il lievito e il sale. Appena la farina è incorporata, smettere di impastare. Formare una palla e avvolgere in pellicola riponendo in frigo per almeno 3 ore.
Consigli di Knam: per preparare la pasta frolla tutti gli ingredienti devono essere freddi, soprattutto il burro!
 
 
CREMA PASTICCIERA (Dose per circa 500g)
 
Latte intero fresco 340g
Vaniglia 1 bacca
Tuorlo 80g (circa 4 uova)
Zucchero semolato 60g
Amido di mais 20g
Farina di riso 10g
 
Versare il latte in una casseruola. Incidere la bacca di vaniglia, estrarre la polpa e michiarla ai tuorli leggermente sbattuti. Mettere il baccello nel latte e scaldare.
Versare lo zucchero nella ciotola con i tuorli e iniziare subito a lavorare (Knam precisa di essere veloci altrimenti lo zucchero "cuoce" i tuorli e la crema risulterà piena di puntini gialli!) 
Quando lo zucchero è perfettamente sciolto, unire in un colpo solo l'amido e la farina setacciati e amalgamateli. Prima che il latte cominci a bollire, prelevarne qualche cucchiaiata e stemperare il composto.
Quando il latte bolle, eliminare la vaniglia e aggiungere l'impasto di tuorli e farina. Proseguire la cottura senza smettere di mescolare (per evitare grumi) finchè il composto non sarà denso e cremoso (io ho mescolato per circa 2 minuti).
Lasciar raffreddare la crema in frigo coperta da pellicola che eviterà il formarsi della crosticina sulla superficie.
 
 
GANACHE AL CIOCCOLATO (Dosi per circa 500g)
 
Panna fresca liquida 220ml
Cioccolato fondente 60% 300g
 
Portate a bollore la panna in un pentolino, quindi  unite il cioccolato tritato o in gocce e amalgamate con una frusta snio a quando la ganache non sarà del tutto emulsionata.
 
 
 
PROCEDIMENTO PER LA PREPARAZIONE DELLA TORTA
 
Preparate la pasta frolla, la crema pasticciera e la ganache seguendo i procedimenti descritti in precedenza. Mescolare la crema pasticciera con la ganache per ottenere una crema al cioccolato densa e liscia.
Sbucciare le pere, privarle del torsolo e tagliarle  a fettine.
Imburrare una tortiera (io ne ho usata una da 22 cm e sul fondo ho messo un foglio di carta forno per sfornare la torta più agevolmente), foderarla con la pasta frolla spessa 3mm, quindi riempirla fino a tre quarti con la crema. Disporre sopra le fettine di pera.
Cuocere in forno preriscaldato a 175°C per circa 35 minuti. Quando la torta è fredda, lucidarla con la gelatina di albicocche e decorare con una pioggia di mandorle a bastoncino (io non le ho trovate e ho usato quelle a lamelle).
 
 
La torta è un regalo per festeggiare l'arrivo di Arwen, la cagnolina di mio fratello, quindi la mangeremo domani...purtroppo! Ma l'aspetto e il profumo sono davvero ottimi!!!
 
La ricetta è di facile esecuzione e anche abbastanza rapida da fare (ovviamente una volta preparate la pasta frolla, la crema e la ganache). Come altre ricette dello stesso libro, anche questa è spiegata in modo preciso e semplice con vari consigli per non sbagliare.
Per una tortiera da 22 cm, come quella che ho usato io, le dosi sono giuste.
 
 
Non vedo l'ora di assaggiarla!!!!!!!!!!!!!!!
 
 
Con questa ricetta partecipo al CONTEST-Testa con noi di Cakes Lab Test & Taste 
 
 
Vuoi entrare nel nostro staff per un mese?
 
 
.....e anche al contest "Cioccolato e...pere e mele" di Il micio sazio:
 
Cioccolato e...

sabato 21 febbraio 2015

Tris di Ernst Knam

Avevo già preparato una volta questo dolce seguendo ricette trovate qui e lì su internet. Poi ultimamente ho acquistato il libro di Knam "Che paradiso è senza cioccolato?" e quando ho visto che c'era questa ricetta non ho resistito e ci ho riprovato.




 INGREDIENTI

1 disco di Marquise al cacao del diametro di 18 cm (vedi dopo per la ricetta)
Gelatina di albicocche 100g

Cioccolato fondente al 60% 125 g
Panna fresca liquida 125g
Tuorli 25g (circa 1 uovo)
Colla di pesce 1.5g

Cioccolato al latte 125 g
Panna fresca liquida 125g
Tuorli 25g (circa 1 uovo)
Colla di pesce 1.5g

Cioccolato bianco 125 g
Panna fresca liquida 125g
Tuorli 25g (circa 1 uovo)
Colla di pesce 1.5g (io ho aumentato a 3g)

INGREDIENTI PER LA MARQUISE AL CACAO (Dosi per 2 plaques 60x40)

Tuorli 210g (circa 10 uova)
Albumi 450g
Zucchero a velo 630g
Cacao amaro 180g
Fecola di patate 60g
Zucchero semolato qb per spolverizzare


PROCEDIMENTO

Prima di tutto preparare la marquise al cacao.
Montare i tuorli con 210 g di zucchero a velo. A parte, montare gli albumi con i restanti 420 g di zucchero a velo. Unire quindi i due composti aggiungendo il cacao e la fecola. Mescolare delicatamente per incorporare bene tutti gli ingredienti.
Versare il composto ottenuto su una placca foderata con carta forno e livellarlo con una spatola in uno strato spesso circa 8mm. Cuocere in forno  preriscaldato a 200°C per 8-9 minuti (io circa 12, ma questo dipende ovviamente dal forno). Infine spolverizzare con zucchero semolato.
 Per una torta piccolina come questa basta una sola plaque da 40x60, quindi io ho dimezzato le dosi.

Con un disco di carta forno foderare uno stampo con il fondo removibile del diametro di circa 18 cm (io per sicurezza ho inserito sul bordo una striscia di acetato in modo da facilitare il distacco del dolce una volta pronto) e appoggiarvi il disco di marquise.

Montare tutta la panna e dividerla in 3 parti (io ho montato la panna in 3 volte, una dose da 125g per ogni singola mousse...ma è solo una questione di comodità personale). Reidratare la colla di pesce in acqua fredda, fonderla nel microonde o in un pentolino con un po' di latte o panna (io l'ho messa in microonde per circa 10 secondi a 750W) e dividere anch'essa in 3 parti (io ho ripetuto anche questa operazione per ogni singola mousse).

Cominciare a lavorare il cioccolato partendo dal fondente. Scioglierlo a bagnomaria (non dovrà superare i 55°C), quindi aggiungere la gelatina, i tuorli e un terzo della dose di panna montata. Emulsionare con una frusta Quando il composto sarà liscio e cremoso, aggiungere il resto della panna, incorporandola delicatamente. Riempire un terzo dello stampo con la mousse al cioccolato fondente, livellare e mettere nel congelatore.

Preparare nello stesso modo la mousse al cioccolato al latte e quella al cioccolato bianco e inserirle nello stampo. Per la mousse al cioccolato bianco ho aumentato la dose di gelatina per essere sicura che la mousse non si smontasse ma probabilmente usando un buon cioccolato (io ho scelto Lindt) questo problema non si presenta. Lasciare che il Tris riposi in congelatore per almeno 2 ore. A questo punto togliere lo stampo e lucidarlo con un velo di gelatina di albicocche (io non l'avevo e quindi ho omesso questo passaggio).



Per completare il tutto ho realizzato dei riccioli di cioccolato fondente, temperando il cioccolato e facendolo colare su dei fogli di acetato che ho poi arrotolato.
Il dolce è davvero squisito, a partire dalla base di marquise che si scioglie in bocca, per non parlare delle 3 mousse davvero soffici e deliziose.

La ricetta è spiegata benissimo dall'autore. Nonostante non sia un dolce facilissimo da realizzare, i passaggi sono precisi ed accurati...come del resto tutte le ricette del suo libro!

 
 
Con questa ricetta partecipo al CONTEST-Testa con noi di Cakes Lab Test & Taste 
 
 Vuoi entrare nel nostro staff per un mese?

venerdì 9 gennaio 2015

Cake morbida al cioccolato e scorza di arancia candita

Devo dire che a me non piacciono molto i canditi, o meglio non mi piacciono quelli che si comprano perché alla fine non sanno davvero di nulla, sembrano più delle caramelle gommose che con la frutta non ha nulla a che vedere. Ma le scorzette di arancia caramellate che ha preparato mio marito (con le arance bio di papà!) sono tutta un'altra storia!!!
L'idea era quella di usarle per preparare delle brioches ma poi non ho trovato gli ingredienti che mi servivano e quindi ho optato per questo dolce al cioccolato fondente rielaborato mettendo insieme varie ricette già sperimentate.
E, si sa, il cioccolato con l'arancia è un binomio perfetto.





INGREDIENTI

200 g di cioccolato fondente
200 g di burro
60 g di farina
170 g di zucchero
4 uova
1 pizzico di sale
150 g di scorzette candite
3 cucchiai di liquore all'arancia



PROCEDIMENTO

Sciogliere il cioccolato fondente al microonde, aggiungere il burro e far sciogliere bene. Montare i rossi con lo zucchero, aggiungere la farina setacciata, il liquore all'arancia e incorporare il composto di cioccolato e burro. Infine aggiungere le scorzette d'arancia tagliate a cubetti e leggermente infarinate (per non farle affondare nel dolce) e gli albumi montati a neve con un pizzico di sale.
Cuocere per circa 45 minuti in forno preriscaldato a 175°.
Sfornare il dolce, capovolgerlo su un piatto e, dopo averlo fatto raffreddare, spolverizzare con zucchero a velo e guarnire con qualche scorzetta candita.

Ed eccole qui le scorzette d'arancia...


 
 
Sono buone anche da mangiare così ma in questo dolce sono davvero buonissime!!!!
 



Con questa ricetta partecipo al contest "Cioccolato e...agrumi" di lastufaeconomica.


Cioccolato e agrumi

News

Torta soffice al latte di cocco