Visualizzazione post con etichetta torta. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta torta. Mostra tutti i post

giovedì 6 luglio 2017

Chiffon cake caffè e cardamomo

Ogni tanto la devo fare...la mia è una vera e propria dipendenza!!! Però almeno cerco di fare qualche variazione su tema per non riproporre sempre la classica. E devo dire che questa versione al caffè e cardamomo è piaciuta davvero tanto...



Per prepararla basta seguire la mia supercollaudata ricetta (qui sul blog) con una piccola variazione: preparare un caffè ristretto e mettere in infusione 3 bacche di cardamomo. Lasciar raffreddare e filtrare. Pesare il caffè e aggiungere acqua in modo tale da arrivare al peso totale di 160 g. Aggiungere 2 cucchiai di caffè solubile per rafforzare il gusto di caffè e, secondo i gusti, altri semini di cardamomo pestati al mortaio e passati attraverso un colino a maglia fine.
Per il resto il procedimento è sempre lo stesso!!!



domenica 2 luglio 2017

Crostata soffice di albicocche

Ecco un altro dolce tipico di questo periodo, un dolce con le albicocche del giardino di mio padre. A casa ne abbiamo mangiate tante...forse troppe...ma restano uno dei miei frutti preferiti. Sembra un po' strano ma mi ricordano molto le giornate trascorse al mare quando ero piccola, la merenda consumata all'ombra delle cabine, c'era il panino e poi c'erano sempre le albicocche.
Questa è una ricetta semplice, una crostata a metà, come l'ho ribattezzata io, ovvero un incrocio tra una crostata e una torta: un po' croccante all'esterno per ricordare la pasta frolla e morbida all'interno.
La ricetta originale prevedeva la confettura di albicocche ma io l'ho sostituita con albicocche caramellate, semplicissime da preparare e che preservano il gusto di questo frutto estivo.


INGREDIENTI

farina 00 200 g
farina di mandorle 50 g
zucchero 160 g
burro 160 g
latte intero 3 cucchiai
uova intere 2
tuorli 1
lievito per dolci 1 cucchiaino colmo
sale 1 pizzico
albicocche 10

PROCEDIMENTO

Per prima cosa lavare le albicocche e tagliarle a pezzi abbastanza grandi, metterle in padella con 2 cucchiai di zucchero e farle caramellare. Mettere da parte a raffreddare.
Nel Bimby inserire le farine, lo zucchero, il lievito e il sale. Aggiungere le uova e il tuorlo leggermente sbattuti e mescolare bene. Infine aggiungere il burro e il latte e lavorare rapidamente fino ad ottenere una crema.
Rivestire una teglia da 20 cm con carta forno. Versare metà dell'impasto, quindi i 2/3 delle albicocche caramellate e ricoprire con il restante impasto. Decorare con le rimanenti albicocche e con un cucchiaio di zucchero di canna. Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per 45 minuti.



Troppo buona per la merenda o la colazione, è stata davvero un successo....peccato sia già finita!!!


martedì 27 giugno 2017

Torta soffice al latte di cocco

Purtroppo non c'è niente da fare, se ho un nuovo stampo lo devo provare!!! Poi magari mi dimentico di averlo ma se c'è qualcosa di nuovo in cucina deve essere utilizzato. E per il mio compleanno di stampi per dolci ne ho ricevuti ben 3, regalo di Gigi e dei bimbi, uno più bello dell'altro.
Questo è lo stampo Primavera della Silikomart, uno stampo a forma di margherita davvero bellissimo. Ora, il mio problema principale con gli stampi di silicone è che riesco a fare dei bellissimi dolci freddi, ma la cottura proprio non va...quindi sono partita mooooolto prevenuta.
Ma, nonostante i 40 gradi di oggi, ho trovato la forza di accendere il forno e di testare questa ricetta trovata in rete, sul blog di Madame Gateau...perché il latte di cocco mi piace troppo e ne avevo giusto una confezione in dispensa...



INGREDIENTI

burro morbido 120 g
zucchero semolato 200 g
uova intere a temperatura ambiente 2
latte di cocco 200 ml
farina 00 250 g
lievito per dolci 2 cucchiaini colmi
cocco disidratato 2 cucchiai
estratto di vaniglia 1 cucchiaino
sale 1 pizzico

PROCEDIMENTO

In planetaria montare burro e zucchero con la frusta fino ad ottenere un composto spumoso e bianco. Aggiungere qualche cucchiaio di farina e lievito setacciati e poi un uovo. Far assorbire bene. Versare metà del latte di cocco. Mescolando a bassa velocità, aggiungere altra farina, il sale, la vaniglia e il cocco disidratato. Inserire l'altro uovo e terminare con il rimanente latte di cocco e la farina. Mescolare fino ad avere un composto omogeneo. Versare nello stampo e cuocere in forno preriscaldato a 170°C per circa 40 minuti.


Devo essere sincera, questa è la prima volta che sono contenta di come viene un dolce cotto in stampo di silicone. Questo è davvero fantastico e poi la forma bombata fa sembrare la torta quasi una brioche. Il sapore è ottimo, il profumo delicato e la consistenza supersoffice.
Ecco, promossi a pieni voti sia lo stampo che la ricetta. Vi offro virtualmente una fetta....


venerdì 16 giugno 2017

Il dolce di Amalfi e buon compleanno a me!!!

Oggi è il mio compleanno e, come spesso succede, non ho avuto il tempo di preparare granché...praticamente la casa è piena di torte ma non sono per me! Comunque almeno un dolcetto simbolico andava fatto e, visto che il tempo è poco, ho chiesto a mio marito semplicemente di imburrare lo stampo....semplicemente per me!!! Ovviamente ha combinato un disastro e il dolce si è rotto....senza perdermi d'animo l'ho "riparato" con un biscottino di frolla.
Il dolce di Amalfi è uno di quelli che ha reso famoso Sal De Riso, la preparazione è semplice e il limone è uno dei miei ingredienti preferiti...


INGREDIENTI

zucchero a velo 160 g
burro morbido 130 g
uova intere 2
mandorle ridotte in polvere 100 g
latte intero a temperatura ambiente 100 g
farina 00 80 g
fecola di patate 50 g
buccia di 2 limoni
baccello di vaniglia 1
scorza di limone candita 60 g
sale 2 g



PROCEDIMENTO

Montare il burro con lo zucchero per almeno 5 minuti. Aggiungere le uova, una per volta, facendo assorbire bene. Aggiungere gli aromi e il sale. Infine incorporare farina, fecola e lievito setacciati, le mandorle e il latte alternandoli. Versare in uno stampo da 18 cm (meglio se una semisfera) e cuocere a 160°C per circa 60 minuti.




E, dopo questa breve pausa per pubblicare il post, torno a lavoro...

...buon compleanno a me!!!

lunedì 12 giugno 2017

Torta yogurt e ciliegie

Tra una Prima Comunione e l'altra un dolcetto semplice ci voleva proprio. Anche perché sentire dire dai bambini: "In questa casa non ci sono mai cose dolci da mangiare" mi ha fatto venire le lacrime agli occhi!!! In effetti hanno ragione, nell'ultimo mese qui in cucina saranno passati non so quante torte, dolcetti e biscotti ma, nella maggior parte dei casi, noi non abbiamo assaggiato nulla!!!
E poi tra poco le ciliegie finiranno e non potevo non provare una nuova ricetta...questa mi ha conquistato per la semplicità.



INGREDIENTI

farina 300 g
maizena 100 g
zucchero 200 g
olio di mais 125 ml
uova intere 3
vasetto di yogurt bianco 1
lievito per dolci 1 bustina
ciliegie denocciolate circa 20

PROCEDIMENTO

Montare gli albumi a neve ferma. Sbattere i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso. Aggiungere lo yogurt e l'olio di semi e mescolare bene. Incorporare delicatamente la farina, la maizena e il lievito setacciati. Infine unire gli albumi e le ciliegie. Versare in una tortiera da 22 cm di diametro e cuocere in forno  preriscaldato a 160°C per circa 50-60 minuti.




mercoledì 17 maggio 2017

Nuvolette al lime!!!

Le ho chiamate così perché queste tortine sono soffici e leggere proprio come una nuvola!!! Avevo in frigo dei lime che i bambini hanno voluto comprare al supermercato....in realtà Carlo era convinto che si potessero mangiare così e ci è voluto un po' per fargli cambiare idea. Alla fine ho cercato qualche ricetta semplice per poterli usare ed ho trovato questa. Ingredienti e procedimento semplice semplice, era proprio quello che ci voleva in queste giornate frenetiche e così, tra un biscotto e l'altro, le ho preparate...
Come al solito ho modificato la ricetta originale che prevedeva l'olio d'oliva. A me non piace nei dolci e preferisco l'olio di mais.



INGREDIENTI

farina 00 250 g
zucchero 250 g
uova 3
olio di mais 130 g
acqua 100 g
lime 2 (buccia e succo)
lievito in polvere 1 bustina
sale 1 pizzico

PROCEDIMENTO

Montare in planetaria le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso. Aggiungere l'olio a filo, l'acqua, il succo e la buccia dei lime e un pizzico di sale. Incorporare a mano la farina ed il lievito precedentemente setacciatati. Versare il composto in una teglia rettangolare imburrata ed infarinata e cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 35 minuti. 


Con l'aiuto di un coppapasta ho ottenuto tante tortine rotonde, le ho spolverizzate con zucchero a velo e servite con una coulis di fragoline di bosco. Ottimo per la merenda e per la colazione, davvero una ricetta da rifare!


venerdì 10 febbraio 2017

Torta Camilla

L'idea di partenza era proprio quella di preparare le famose merendine alla carota ma poi, per mancanza di tempo, ho optato per una torta. Ed ecco qui la mia torta Camilla...





La ricetta è tratta dal blog La Cuoca Dentro  ed è davvero molto semplice!

INGREDIENTI

carote 250 g
uova 3
farina di mandorle 100 g
succo d'arancia 100 g
olio di semi 80 g
zucchero a velo 200 g
farina 00 200 g
lievito per dolci 1 bustina
sale 1 pizzico

PROCEDIMENTO

Pelare le carote e metterle nel mixer con olio e succo d'arancia. Frullare fino ad ottenere una crema. Montare le uova con lo zucchero, unire la farina di mandorla e la buccia d'arancia grattugiata fine. Unire il sale e mescolare bene. Incorporare le carote e infine aggiungere la farina precedentemente setacciata con il lievito. Versare il composto negli appositi stampini (io teglia tonda da 22 cm) e cuocere a 180° C per 20 minuti (con la torta prolungare la cottura di 10 minuti).





sabato 10 dicembre 2016

Morbidissimo all'arancia

Oggi è il mio onomastico e ho provato a fare  questo dolce visto qualche giorno fa in una trasmissione televisiva (DettoFatto). La base è un cake all'arancia, la copertura originale era cioccolato e amaretti ma io li ho sostituiti con mandorle tritate e, infine, la crema è semplicemente panna fresca montata con mascarpone e aromatizzata con pasta d'arancia (in mancanza di arance bio da grattugiare!!!).
Premetto che la torta è molto buona ma, secondo me, c'è un problema per la conservazione: l'impasto è molto ricco di burro che in frigo tende ad indurire, quindi in linea di principio dovrebbe essere conservata a temperatura ambiente (tipo la caprese), ma ciò non è possibile per la presenza della panna e del mascarpone che invece devono essere conservati in frigo...quindi la cosa giusta da fare è decorarla con la crema solo al momento di servirla!




INGREDIENTI

Cake all'arancia

burro 220 g
zucchero 180 g
farina 00 180 g
fecola di patate 80 g
arancia candita tagliata finemente 120 g
panna fresca 50 g
uova intere  4
lievito in polvere 9 g
sale fino 2 g
bacca di vaniglia 1

Glassa 

cioccolato fondente 70% 250 g
olio di semi 50 g
mandorle in granella 100 g

Crema all'arancia

panna fresca 200 g
mascarpone 50 g
pasta d'arancia o buccia grattugiata di un'arancia bio

PROCEDIMENTO

Preparare il cake all'arancia: nella planetaria lavorare il burro a pomata con lo zucchero, il sale e i semi di vaniglia. Aggiungere l'arancia candita e mescolare. Aggiungere le uova poco per volta, alternandole alla panna. Infine inserire le polveri precedentemente setacciate e incorporare all'impasto. Inserire in una teglia da 24 cm imburrata e infarinata e cuocere per circa 30 minuti in forno preriscaldato a 180°C .
Per la glassa sciogliere il cioccolato al microonde e portarlo ad una temperatura di 45°C. Aggiungere l'olio e la granella di mandorle. Mescolare bene e glassare la torta quando  è fredda.
Per la crema, inserire tutti gli ingredienti in planetaria e montare. Mettere il composto in una sac a poche e decorare la torta.
Con la glassa rimanente, una volta solidificata, si possono coppare dei dischetti per la decorazione. 







giovedì 13 ottobre 2016

Torta di mele cotogne

Non è autunno senza torta di mele e, in questa fase di esperimenti vari, ho trovato questa ricetta molto carina per una torte con mele cotogne che vengono ridotte in purea e inserite direttamente nell'impasto. La ricetta l'ho trovata qui e, come al solito, ho apportato una piccola modifica; per esaltare il sapore di queste mele molto particolari, ho messo anche della marmellata di mele cotogne...qui da me si chiama "cotognata".



INGREDIENTI

3 mele cotogne
farina 00 150 g
fecola di patate 50 g
uova 3
zucchero 200 g
olio di semi 100 ml
buccia di limone grattugiata
1 pizzico di sale
1 bustina di lievito per dolci
5 cucchiai di marmellata di mele cotogne


PROCEDIMENTO

Sbucciare le mele e tagliarle a fettine. Cuocerle in una padella antiaderente con 50 g di zucchero e una tazzina di acqua per circa 10 minuti. Lasciarle intiepidire e frullarle con un mixer. Mescolare lo zucchero rimanente (150 g) con la buccia di limone, il sale e la purea di mele. Aggiungere le uova e l'olio a filo e mescolare bene. Setacciare la farina, la fecola e il lievito e amalgamare con il resto degli ingredienti. Versare 3/4 del composto in una tortiera imburrata e infarinata da 20 cm. Distribuire la marmellata in modo uniforme e ricoprire con il restante composto. Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 40 minuti.


E' una torta molto delicata e con un gusto particolare che mi ha ricordato i dolci di quando ero piccola, perfetta per la colazione e come merenda per i bambini. Chiara ha apprezzato molto e l'ha portata anche a scuola. Praticamente sfornata e terminata!!!


sabato 24 settembre 2016

Chiffon cake 3 strati...cacao, caffè e vaniglia!!!

Ogni tanto il matematico che è in me si risveglia e mi torna utile per fare dolci, come in questo caso: la ricetta di base è sempre la mia supercollaudata ma questa volta ho pensato ad una variazione su tema. Tre stati, uno al cacao, uno al caffè e uno alla vaniglia.
Detto così sembra abbastanza semplice ma ci vuole organizzazione....tanta organizzazione...


INGREDIENTI

6 uova extra-large (o 7 normali)
260 g di farina 00
40 g di cacao
300 g di zucchero semolato
8 g di cremor tartaro
16 g di lievito per dolci
un pizzico di sale
125 g di olio di mais
110 g di acqua
50 g di caffè ristretto
1 bacca di vaniglia

PROCEDIMENTO

Inserire in planetaria gli albumi e iniziare a montare con la frusta, appena iniziano a fare la schiuma versare 100 g di zucchero mescolato con il cremor tartaro e continuare a montare alla massima velocità finché saranno ben fermi. Mettere da parte e procedere con i tuorli.
Inserire i tuorli in planetaria con i restanti 200 g di zucchero e montarli finché diventano chiari e spumosi. Aggiungere il sale. Dividere il composto di tuorli e zucchero in 3 ciotole: nella prima e nella seconda aggiungere 52 g di olio e 55 g di acqua; nella terza inserire 52 g l'olio e il caffè. Riprendere la prima ciotola e incorporare 100 g di farina e 5 lievito ed i semi della bacca di vaniglia. Lo stesso per l'impasto al caffè (tranne la vaniglia), mentre nella terza ciotola aggiungere 60 g di farina, 40 g di cacao e 5 lievito.Infine dividere gli albumi in 3 parti e  incorporarli nei tre impasti mescolando delicatamente dal basso verso l'alto per non far smontare il composto.
Versare nell'apposito stampo di alluminio prima il composto al cacao, poi quello al caffè e infine quello alla vaniglia. Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 55 minuti. Controllare che il dolce sia pronto facendo la prova con uno spiedino di legno.
Estrarre dal forno e mettere a raffreddare capovolto.
Quando è completamente freddo staccare dai bordi aiutandosi con un coltellino e  sformare.





Ok, alla fine ho ottenuto un'ottima chiffon cake ma la cucina sembrava un campo di battaglia: 2 ciotole della planetaria, il Bimby, 9 contenitori, 3 bicchieri e 4 spatole da dover lavare ma vuoi mettere la soddisfazione????? So che solo chi ama la pasticceria può capire queste cose!!!
L'unica cosa che mi è dispiaciuta è che ieri pomeriggio il cielo si è rannuvolato proprio mentre dovevo fare le foto...vabbè, sarà per la prossima volta!


domenica 18 settembre 2016

Torta di mele e farro

E con questa pioggia una bella torta di mele ci sta proprio bene. Questa poi con farina di farro e zucchero di canna è morbida e avvolgente proprio come piace a me. La ricetta originale l'ho presa da un blog molto carino (La tana del coniglio) ma poi, come faccio quasi sempre, l'ho modificata a modo mio. Le mele ovviamente sono del giardino di papà, 100% biologiche!!!




INGREDIENTI


burro morbido 110 g
zucchero di canna 150 g
2 uova a temperatura ambiente
farina 00 110 g
farina di farro 100 g
1 cucchiaino di lievito per dolci
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di cannella in polvere
1 cucchiaino di zenzero in polvere
3 mele
3 cucchiai di gelatina di albicocche (facoltativo)



PROCEDIMENTO

Imburrare ed infarinare una teglia di 20 cm di diametro. Sbucciare le mele e tagliarle a fettine. Con la planetaria lavorare il burro morbido con lo zucchero fino ad ottenere una crema. Aggiungere un uovo per volta ed amalgamare bene il composto. Aggiungere quindi le farine, il lievito, le spezie ed il sale e lavorare l'impasto con una spatola fino a renderlo omogeneo. Aggiungere le mele e distribuirle nel composto. Versare nella teglia  e cuocere in forno preriscaldato a 180°C per 45 minuti. La torta deve rimanere umida data la presenza delle mele.
Far raffreddare e lucidare con la gelatina di albicocche.



Il profumo che si sprigiona dal forno è indescrivibile: la farina di farro, lo zucchero di canna e le spezie rendono questo dolce davvero particolare, un'ottima alternativa alla classica torta di mele.




mercoledì 29 giugno 2016

Torta rustica alle albicocche

Appena finita la prima fase degli esami di stato, quella delle prove scritte, ho qualche giorno di tempo prima di ritornare a scuola per gli orali....ovviamente non come studente ma come insegnante!!! E in questi giorni, nonostante il caldo e la poca voglia di accendere il forno, ho provato a fare questa torta che avevo visto in rete su questo sito molto carino e che mi ha subito incuriosita per gli ingredienti.
Sì perchè non è fatta con la solita farina ma con una farina tipo 1 macinata a pietra, con lo zucchero di canna e con le albicocche che sono uno dei miei frutti preferiti...soprattutto queste che vengono direttamente dal giardino di mio padre.




INGREDIENTI

  • 2 uova
  • 150g di zucchero di canna ( più 1 cucchiaio per la finitura)
  • 1 bacca di vaniglia
  • 1 pizzico di sale
  • 80ml di olio di semi
  • 150g di yogurt magro naturale 
  • 10 albicocche (5 x l'impasto, 5 x la decorazione)
  • 250g di farina di tipo 1 macinata a pietra
  • 1 bustina di lievito per dolci


PROCEDIMENTO

Rivestire la tortiera con carta da forno. Lavare le albicocche e tagliarne una parte a dadini.  Nella planetaria o con le fruste elettriche montate le uova con lo zucchero, il pizzico di sale e i semi della vaniglia. Quando il composto sarà chiaro e spumoso aggiungere a filo l'olio di semi, quindi lo yogurt. Aggiungere la farina setacciata con il lievito. Aggiungere le albicocche tagliate a dadini. Versare l'impasto nello stampo. Decorare con le albicocche rimaste tagliate a fettine o a metà. Spolverare con un cucchiaio di zucchero di canna e infornare in forno preriscaldato a 180°C per circa 40 minuti.





La cosa più buona di questa torta è un inconfondibile profumo di "pane", quell'odore che si sente passando davanti ad un forno quando è appena arrivato il pane caldo. Questo è dovuto ovviamente alla farina di tipo 1 che, insieme allo zucchero di canna, conferisce un gusto rustico ad una torta leggera e morbidissima.
Inoltre, essendo privo di latte e burro, è un dolce adatto a chi è intollerante al lattosio.


Sicuramente da rifare...troppo buona!!!
Il colore solare e il profumo invitante mi hanno fatto passare almeno un pochino la tristezza di questi giorni. E' così, quando preparo un dolce dimentico tutto il resto...basta proprio poco...

News

Biscotti ragnetti