Visualizzazione post con etichetta pasta frolla. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta pasta frolla. Mostra tutti i post

Un'isola di biscotti!

Ancora biscotti dipinti a mano direttamente su pasta frolla (senza pasta di zucchero)....uno scoglio e 2 palme, una piccola isola tutta da mangiare.



E  con questo post auguro Buon Ferragosto a tutti!!!


Biscotti gelato dipinti a mano

Gelato o biscotti? A me piacciono entrambi!!! Il gelato per combattere il caldo e il buon profumo della pasta frolla che mi fa subito pensare alla colazione....il pasto della giornata che mi piace di più in assoluto.
Così nascono questi biscotti: un po' di pasta frolla avanzata, colori alimentari, alcool per diluire e pennelli...niente pasta di zucchero!




E questi sono buoni anche da inzuppare nel cappuccino!!! Buon mercoledì e buona colazione a tutti!

Biscotti ai frutti di bosco

Colorare la pasta frolla in modo naturale? Questa è una bellissima idea, semplice e soprattutto buona. La ricetta originale è di Cucinama e utilizza solo mirtilli, io l'ho leggermente modificata usando frutti di bosco misti (avevo solo quelli!!!). Ho fatto dei biscotti ma questa frolla si potrebbe utilizzare anche per una crostata particolare...da provare!!!



INGREDIENTI

Farina 200 g
Burro 90 g
Zucchero a velo 100 g
Frutti di bosco surgelati 60 g
Lievito per dolci 1 pizzico

PROCEDIMENTO

Togliere frutti di bosco dal freezer 5 minuti prima dell'utilizzo. In una ciotola mescolare le polveri: farina, lievito e zucchero a velo. Aggiungere il burro e lavorare con le mani per sabbiare. Infine aggiungere i frutti di bosco e impastare, con il calore delle mani si scongeleranno e rilasceranno colore ed aroma. Formare un panetto e avvolgere con la pellicola per alimenti. Riporre in frigorifero e far riposare per un'oretta. Stendere l'impasto viola e ricavare dei biscotti con lo stampo preferito. Cuoceteli in forno preriscaldato a 170° per circa 12 minuti.




Coniglietto pasquale!!!

Anche senza pasta di zucchero si possono realizzare dei simpatici biscotti, come questo coniglietto!!! Sullo sfondo un'altra delle mie scatoline piena di ovetti...






Pasta frolla a colori!!!

Ogni volta che provo una nuova tecnica poi mi fermo solo quando trovo qualcosa di nuovo da sperimentare. Così questo è il mese della pasta frolla colorata....io questi biscotti li trovo troppo carini!!!




Chiara e Carlo si sono divertiti tanto a fare il loro puzzle colorato...poi hanno mangiato tutto e il gioco è finito!





Biscotti San Valentino

San Valentino si avvicina e questa settimana i miei post saranno tutti più o meno a tema. Ho preparato un sacco di cose carine...almeno spero!!! Stay tuned!
E iniziamo con questi biscotti realizzati con semplice pasta frolla colorata...






Pasta frolla colorata...prove tecniche

Ultimamente ho preparato diversi biscotti decorati con pasta di zucchero  o ghiaccia reale e, in genere, con quello che resta dell'impasto preparo biscotti semplici per la colazione e la merenda. Questa volta con i residui mi sono impegnata un po' di più e ho provato a colorare la pasta frolla per vedere come veniva in cottura. Il risultato mi sembra buono e quindi ho già un sacco di idee per utilizzare questa nuova tecnica...aspetto il prossimo ordine di biscotti!!!





Ogni tanto tornare alle origini mi piace...semplici e buonissimi e soprattutto velocissimi da preparare, questi biscotti messi in una scatola o in un barattolino di vetro sono un'idea carina da regalare a San Valentino.


PS. Questo è il post numero 500 del mio blog!!! Mi sembra quasi incredibile ma è proprio così...quindi tanti auguri a me!!!


Una crostata a colazione!!!!

Avevo in frigo una dose di pasta frolla, quella preparata con la ricetta di Knam. e ho pensato di fare una semplice crostata con la crema di marroni....buonissima!!!






Biscotti galassie!!!

E questi li ho fatti per Carlo perché dopo aver letto un libro per bambini sullo spazio si è appassionato all'argomento e mi ha raccontato tutto, ma proprio tutto quello che ha letto!!! Così mi è venuta l'idea di questi biscottini decorati con ghiaccia reale dipinta a mano libera...








Biscotti animali del bosco

A volte basta davvero poco, un biscotto di pasta frolla, una formina rotonda, qualche stencil, un pennello, un po' di cacao e un pizzico di fantasia...è così che una cosa semplice diventa speciale! Me lo ha fatto capire Carlo oggi, lui che ai miei biscotti preferisce sempre quelli confezionati quando ha visto questi si è illuminato, li ha mangiati e poi mi ha detto :"Mamma sono i biscotti più buoni del mondo!!!".
Solo i bambini possono fare questo, trasformare le cose normali in cose speciali...




La giornata è stata dura ma questa cosa mi ha davvero cambiato il modo di vedere le cose, grazie Carlo!!!





Tarte Infiniment Café di Pierre Hermé

E nonostante tutte le difficoltà di questi giorni eccomi qui con il mio dolce di Pierre Hermé. Quando ho visto il post pubblicato da Pinella Orgiana sul suo blog ho pensato subito che dovevo partecipare a questo contest.
Inutile dire che il premio finale, ovvero un corso con il Maestro Hermé, è un sogno che mi fa quasi paura...ma, al di là di tutto, questo dolce è soprattutto per me.
Perché alla fine io torno sempre tra zucchero e farina e ogni dolce è una scoperta e un'emozione.
Questo poi è davvero sublime....vi presento la mia versione della Tarte Infiniment Cafè in versione monoporzione.







Composizione del dolce

Paté Sucrée Beurrée
Biscuit à la cuillère
Ganache al caffè
Sciroppo al caffè
Crema chantilly al caffè

Dosi per 6 monoporzioni

Paté Sucrée Beurrée
(da realizzare la sera precedente)

Burro a temperatura ambiente 150 g

Zucchero a velo 95 gFarina di mandorle 30 grUova 50 g
baccello di vaniglia ¼
Tuorli 50 g
Zucchero semolato extra fine 35 g
Farina 00 20 g
Zucchero a velo per spolverare
Panna fresca al 35% 70 g
Caffè macinato 7 g
Fior di sale 2 pizzichi
Farina 00  W< 200 150 g

Inserire in planetaria il burro a pezzetti e lavorarlo fino ad ottenere una crema. Aggiungere lo zucchero a velo setacciato, la farina di mandorle, le uova, il sale,  i semini della bacca di vaniglia e in ultimo la farina. Lavorare rapidamente fino ad ottenere una palla. Coprire con pellicola e porre in frigo a riposare.
Il giorno seguente estrarre dal frigo, inserire l’impasto tra due fogli di carta forno e stendere con un matterello cercando di ottenere uno spessore di 2 mm. Riporre in frigo a rassodare. Con un coppapasta di diametro 7 cm coppare dei dischetti e posizionarli su un tappetino di silpat. Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per 8-10 minuti finchè i dischetti risultano dorati. Estrarre dal forno e lasciar  raffreddare.

Biscuit à la cuillère

Albumi 35 g

Montare i tuorli con 2/3 dello zucchero finchè diventano spumosi. A parte montare gli albumi con lo zucchero rimanente. Con una spatola incorporare la farina setacciata ai tuorli e successivamente gli albumi facendo in modo da non smontare il composto. Mettere la massa in sac a poche e con una bocchetta liscia riempire uno stampo quadrato da 20 cm di lato poggiato su un foglio di carta forno. Spolverare con zucchero a velo.
Cuocere in forno preriscaldato a 200°C per circa 5 minuti. Sfornare e lasciar raffreddare.
Servendosi di un coppapasta circolare di diametro 7 cm ritagliare dei dischetti di biscuit.

Ganache al caffè
(da preparare il giorno prima)

Cioccolato bianco da copertura  di ottima qualità 100 g

Spezzettare il cioccolato e metterlo in una ciotola. Portare ad ebollizione la panna e versarvi il caffè macinato. Filtrare immediatamente e versare la panna sul cioccolato. Mescolare bene per farlo sciogliere. Omogeneizzare il composto usando il minipimer.
Versare in stampini di  silicone a forma di semisfera del diametro di 3.5 cm e metter in freezer.
Tenerne da parte una piccola quantità  che servirà per attaccare il biscuit alla base di sablè.

Sciroppo al caffè
Caffè forte 50 g
Acqua 30 g
Zucchero semolato 30 g

Preparare il caffè. Portare ad ebollizione acqua e zucchero per ottenere uno sciroppo. Versare il caffè, mescolare e lasciar raffreddare.

Crema chantilly al caffè
(da preparare il giorno prima)

Panna fresca al 35% 320 g
Gelatina in fogli 2 g
Caffè liofilizzato 1 cucchiaio colmo
Zucchero a velo 60 g

Idratare la gelatina mettendola in acqua fredda. Portare ad ebollizione la panna, aggiungere il caffè, lo zucchero e la gelatina strizzata. Versare in una ciotola, coprire con pellicola a contatto e far raffreddare rapidamente in un bagno di acqua e ghiaccio. Riporre in frigo per l’intera notte.
Estrarre da frigo, montare e, con l’aiuto di una sac a poche, riempire degli stampi di silicone a forma di semisfera. Riporre in frigo a rassodare. Inserire le semisfere di ganache al caffè e riporre in freezer.


 Assemblaggio del dolce

Disporre nel piatto i dischi di sablè, spalmarli con un sottilissimo strato di ganache al caffè. Attaccare i dischi di biscuit e spennellarli con lo sciroppo al caffè. Smodellare le semisfere di crema chantilly con cuore di ganache e poggiarli sopra i dischi di biscuit.
Spolverizzare con cacao amaro.




E qui dopo il taglio....




Grazie Pinella per questa possibilità e in bocca al lupo a tutti!!!!

Biscotti dipinti

Quando ero piccola e mi sentivo un po' giù l'unica cosa che mi piaceva fare era disegnare o dipingere con gli acquerelli. Oggi, come allora, mi rifugio nei miei disegni o nei miei esperimenti di cake design.
Quattro biscotti, colori alimentari, pennelli e alcool...




Niente pasta di zucchero, niente ghiaccia reale....solo pasta frolla e il gioco è fatto! Ricaricata da questo esperimento mi preparo per i prossimi lavori!!!


Tarte au citron (con un tocco al cioccolato)

Oggi vi presento la ricetta che ho testato per il Cakes Lab. Il libro scelto per questo mese è Il piccolo libro di Chocolat di Joanne Harris. Dopo aver vinto con la mia ricetta di torta quattro quarti alle mele caramellate, mi è stata data la possibilità di entrare a far parte dello staff e quindi di provare anche io a realizzare una delle ricette del libro. La mia scelta è ricaduta su questa torta che mi ha subito colpita per il particolare accostamento di sapori: limone e cioccolato fondente!!!



 La ricetta non è difficile da realizzare ed è scritta in modo abbastanza semplice ma secondo me c'è qualche piccola imperfezione di cui vi parlerò dopo...

INGREDIENTI

farina 150 g
burro freddo tagliato a cubetti 75 g
zucchero 25 g
uovo 1

Ripieno 1

uova 2
zucchero 50 g
scorza e succo di 2 limoni non trattati
panna 175 ml

Ripieno 2

cioccolato fondente tagliato a pezzetti 60 g
panna 100 ml

PROCEDIMENTO

Porre farina e burro in una ciotola e lavorare finché non si formano delle briciole. Aggiungere lo zucchero e incorporarlo. Sbattere l'uovo e mescolarlo agli ingredienti asciutti finché l'impasto non diventa una palla. Avvolgerla in  pellicola e farla riposare in frigo per 30 minuti. Preriscaldare il forno a 190°C e imburrare una teglia da crostata da 23 cm (io con la stessa dose ne ho preparate 2 piccole).
Stendere la pasta su una superficie fresca e lievemente infarinata e inserirla nello stampo senza tirare troppo la pasta. Rifinire i bordi. Bucherellare la base con una forchetta, foderare con carta forno, riempire con fagioli secchi e cuocere per 20 minuti. Abbassare la temperatura a 150°C, rimuovere i fagioli e proseguire la cottura per altri 10 minuti.
Nel frattempo preparare il ripieno 1 sbattendo insieme le uova, lo zucchero, il succo, la scorza dei limoni  e la panna. Per preparare il ripieno 2, fondere il cioccolato a bagnomaria, aggiungere la panna e mescolare finché il composto non è omogeneo. 
Assemblare il dolce: versare il composto al limone nell'involucro di pasta frolla, poi versarvi adagio il cioccolato dall'alto in sottili motivi circolari. Usando un coltello sottile, girare un poco il composto in modo da creare un effetto marmorizzato. Porre la torta la centro del forno caldo (150°C) per 30 minuti, finché la crema non è appena rappresa, poi servire calda o fredda.




Allora devo dire che questo accostamento particolare mi ha stupita. I due ripieni si fondono in modo perfettamente armonico. Detto ciò, ci sono un paio di cose che non mi hanno convinta: il ripieno al limone è davvero troppo liquido, forse andrebbe diminuita la quantità di succo di limone, ma questo può dipendere dai limoni!!! La seconda cosa da notare è invece un passaggio della ricetta a mio parere assolutamente da non fare: per il ripieno 2 dice di fondere il cioccolato a bagnomaria e poi di versarvi la panna....non fatelo!!! La panna fredda cristallizza il cioccolato e non si amalgama con lo stesso. In realtà si tratta di una ganache, quindi è molto più semplice far bollire la panna e versarla sul cioccolato tagliato a pezzetti. Così non si avranno brutte sorprese.

Tirando le somme, nonostante qualche piccolo problema, il sapore del dolce mi ha convinta e per questo motivo la ricetta merita comunque una faccina sorridente.



Grazie a tutto lo staff del Cakes Lab per questa bellissima opportunità che mi è stata data. Io finisco qui il mio test ma sicuramente continuerò nei prossimi mesi a provare le ricette che saprete proporci. A presto!!!!!!

News

Cupcake eleganti

Sempre per lo sweet table dei due gemellini ho preparato anche questi cupcakes...semplici ed eleganti!