Visualizzazione post con etichetta dolci lievitati. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta dolci lievitati. Mostra tutti i post

Doughnuts al forno!!

Sfidando le temperature tropicali di questi giorni e l'umidità che c'è qui ho deciso di accendere comunque il forno (previo raffreddamento della cucina con aria condizionata) e di preparare una merenda per i bambini. Io ho fatto l'impasto e loro si sono divertiti a decorarae questi doughnuts non fritti ma cotti al forno...




La ricetta è tratta dal blog La ciliegina sulla torta, eccola:

INGREDIENTI

1 uovo a temperatura ambiente
225 ml di latte intero tiepido
60 g di zucchero semolato
450 g di farina (ho utilizzato 300 g di manitoba e 150 g di “00”)
7g di lievito di birra disidratato
100 g di burro a temperatura ambiente
2 cucchiaini di pasta d'arancia
1 pizzico di sale
 
PROCEDIMENTO
 
sare in planetaria l’uovo leggermente battuto, lo zucchero, il latte, l’estratto di vaniglia e il sale, mescolare bene il tutto utilizzando la foglia (o K). Aggiungere circa 2/3 della farina assieme al lievito, impastare a bassa velocità fino a quando l’impasto non risulterà omogeneo. Montare il gancio ed azionare la planetaria a velocità medio-bassa, aggiungere il burro precedentemente tagliato a cubetti, un pezzetto per volta, ed impastare fino a quando l’impasto non avrà assorbito tutto il burro, circa 5 minuti. Aggiungere la farina rimanente, un po’ per volta  ed impastare fino ad ottenere un impasto lucido ed elastico, morbido ma non eccessivamente appiccicoso. Versare l’impasto sulla spianatoia leggermente infarinata e lavorarlo brevemente a mano, fino a quando non si attaccherà più alle mani. Trasferire l’impasto in un recipiente leggermente unto, coprire con uno strofinaccio umido e lasciar lievitare in un luogo tiepido fino al raddoppio, per circa un ora. Sgonfiare l’impasto e stenderlo ad uno spessore di circa 1 cm o poco più, ricavare i doughnuts utilizzando due coppa pasta (uno da 7,5 cm di diametro e l’altro da 2,5 cm) e sistemarli ben distanziati sulle teglie rivestite di carta forno. Coprire con pellicola e lasciar lievitare in un luogo tiepido per circa 20-30 minuti, o fino a quando il volume delle ciambelline non sarà raddoppiato. Cuocere in forno statico, preriscaldato a 200°C, per circa 6-8 minuti, o fino a quando i doughnuts non saranno leggermente dorati.
 
 
Noi li abbiamo decorati con una ghiaccia all'acqua ottenuta mescolando zucchero a velo con poca acqua e corallini colorati. Ma sono buoni anche semplici con zucchero a velo spolverizzato oppure si possono spennellare con burro e passare nello zucchero semolato...per ricordare quelli fritti!!

La colomba

Come tutti i grandi lievitati anche la colomba non è opera mia ma di mio marito. Quando si tratta di pasta madre mi affido a lui. Questa ricetta è tratta dal blog Fabbrica di dolci e questo è quello che resta della colomba dopo un "piccolo" assaggio!!!





La colomba non mi è mai piaciuta tanto ma questa fatta in casa, solo con lievito naturale,  senza aromi, con scorzetta d'arancia candita preparata da mia mamma è davvero super!!!


Brioche con lievito madre

Era davvero da tantissimo tempo che non preparavo queste brioche...le mie brioche preferite. Il nuovo lavoro, gli impegni vari, le preoccupazioni dell'ultimo periodo mi hanno tenuta un po' lontana dalla mia pasta madre ma quel profumo e quel sapore mi mancava troppo. Così mi sono organizzata, ho rinfrescato il lievitino ed eccole qui, pronte per la colazione!!!



Talmente soffici da sembrare delle nuvole, leggere e delicate...io in genere preparo una doppia dose e poi congelo una buona parte. Bastano pochi secondi in microonde e sono come appena sfornate...buona colazione a tutti!!!



Panettone di Iginio Massari

Dopo il pandoro non poteva mancare il panettone!!! La ricetta è del maestro Iginio Massari, l'esecuzione di mio marito...come sempre quando si tratta di grandi lievitati. Devo dire che ci sono stati un po' di problemi di lievitazione, probabilmente rallentata dalle temperature rigide di questi giorni e infatti lui non è pienamente soddisfatto del risultato...io e i bambini invece sì!!!!
Davvero buonissimo






La ricetta dettagliata e ben spiegata la trovate sul sito Fables de Sucre. E' vero che non è semplice ma, dopo averlo assaggiato, è impossibile mangiare quello confezionato. Grazie Gigi per tutto l'impegno che metti in questi cose...noi ti vogliamo bene anche per questo!!!



Pandoro al cioccolato....esperimento riuscito!!!!

Come tutti sanno l'esperto di lievito madre a casa mia è mio marito, così capita spesso che gli invio varie ricette di lievitati che trovo sul web nella speranza che le realizzi....
Il più delle volte non lo fa ma stavolta si è proprio impegnato e devo dire che l'esperimento è proprio riuscito. Vi presento il nostro pandoro al cioccolato...



La ricetta è di Fables de Sucre ma c'è stato un piccolo intoppo che ha portato a modificare la ricetta: al momento di preparare l'emulsione mancava un ingrediente non proprio semplice da reperire, ovvero il burro di cacao. Senza perdersi d'animo, Gigi ha sostituito il cacao, lo zucchero e il burro di cacao con egual peso di cioccolato fondente al 75% fuso.
Ora io non so come è l'originale ma questo è davvero buonissimo...praticamente ne abbiamo già mangiato metà e l'altra metà l'ho nascosta dalla vista dei bambini per evitare che lo mangiassero tutto!!!




Japanese milk bread

Il pane fatto in casa è una delle cose che più mi piacciono...praticamente lo prepariamo tutte le settimane, una specie di rito che si ripete e che riempe la casa di profumo e di atmosfera. Quasi sempre lo fa Gigi, addetto ai lievitati! Ogni tanto però bisogna cambiare e questa volta ha provato una ricetta nuova, una sorta di pane in cassetta chiamato Japanese Milk Bread....un pane supersoffice che può essere utilizzato sia come accompagnamento per piatti salati che come brioche per colazione. I bambini sono praticamente impazziti per questo pane e a merenda per la scuola non vogliono altro!!!




INGREDIENTI

Farina W240 330 g + 60 g
Acqua 120 g
Latte intero freddo 120 g
Uova 1
Lievito di birra secco 3 g
Zucchero 40 g
Sale 6 g
Burro morbido 45 g

PROCEDIMENTO

In un recipiente per microonde versare l'acqua ed i 60 g di farina. Mescolare con una frusta e passarli in microonde per 30 secondi a massima potenza. Quindi rimescolare con la frusta e ripassarli al microonde come prima ripetendo questi passaggi fino a che la farina non assorbe tutta l'acqua e il composto risulta molto denso.
Versare il composto in planetaria. Aggiungere il resto della farina, il latte, l'uovo ed il lievito di birra. Impastare per 5 minuti.
Lasciar riposare l'impasto per 15 minuti quindi aggiungere lo zucchero ed il sale. Impastare aggiungendo il burro un po' alla volta.
Lavorare l'impasto fino ad incordatura. Quindi metterlo a lievitare in un recipiente chiuso leggermente oleato.
Quando sarà raddoppiato in volume (1 ora circa), sgonfiare l'impasto e stenderlo come una striscia  larga 12 cm. Quindi con una rotella tagliarlo in due ottenendo 2 strisce larghe 6 cm. arrotolare le strisce nel senso della lunghezza e metterle in uno stampo da plumcake leggermente oleato.
Lasciarlo lievitare per circa 30 minuti. Quindi infornare a 180 gradi per 30/35 minuti. Lasciare riposare il pane per 15 minuti nello stampo poi sformarlo e lasciarlo raffreddare per 3 ore prima di tagliarlo.




Pandoro sfogliato

Visto che a casa in questi giorni non c'era nulla da fare tra recite, saggi, regali da comprare etc etc, abbiamo messo in mezzo anche il pandoro. La ricetta è delle sorelle Simili ed il risultato è questo...



Io ci avrei messo un pochino di zucchero in più, il pandoro deve essere dolce per me! Ma a parte questo, come prima prova non mi lamento....e intanto si prospetta un'altra settimana pienissima!!!




Pan brioche con lievito madre

Voglia di brioche morbida e profumata + lievito madre che chiede pietà in frigo = pan brioche!!!
L'impasto è sempre lo stesso che uso per le brioche, la ricetta è quella del Maestro Pepe che ho imparato al corso di pasticceria.



Durante il periodo scolastico con questa ricetta preparo le briochine piccole, da circa 40 g, le cuocio e le surgelo così all'occorrenza sono pronte per la merendina che Chiara porta a scuola.
Stavolta però ho pensato di fare 2 trecce grandi...anche perchè fa troppo caldo per passare il tempo in cucina a preparare tutte le palline!!! Quindi doppia dose di impasto, come faccio sempre, 2 teglie da plum cake foderate con carta forno e ho finito.



Soffice e profumatissimo...ora finisco di tagliarlo a fette e lo surgelo...altrimenti rischiamo di mangiarlo tutto entro stasera!!!

News

Cupcake eleganti

Sempre per lo sweet table dei due gemellini ho preparato anche questi cupcakes...semplici ed eleganti!