Visualizzazione post con etichetta ciambella. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta ciambella. Mostra tutti i post

Cake cioccolato e albicocche

La ricetta è di Leonardo di Carlo, tratta dal libro Tradizione in Evoluzione, e posso solo dire che è buonissima!!! Era da tanto che volevo provarla e l'occasione mi è stata data da un pacchetto di albicocche secche (residuo della cena della Vigilia) che se ne stava solo solo in dispensa.
Lo stampo Nordic Ware è il regalo di mia mamma per Natale e anche lui andava provato!!!




INGREDIENTI

Burro 135 g
Zucchero semolato 125 g
Zucchero di canna 50 g
Farina di mandorle 35 g
Uova intere 175 g
Panna liquida 110 g
Cioccolato fondente al 70% 75 g
Cacao in polvere 30 g
Farina 00 135 g
Lievito in polvere 5 g
 Cannella 3 g
Albicocche secche 135 g

PREPARAZIONE

Mescolare il burro con lo zucchero e la farina di mandorle, ,unire le uova poco per volta e la panna riscaldata e mescolata al cioccolato fuso. Aggiungere le polveri setacciate. Infine aggiungere le albicocche secche ammorbidite e tagliate a cubetti. Versare nello stampo imburrato e infarinato e mettere in frigo per tutta la notte. Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per 40-45 minuti.


Sarà che io adoro la frutta secca, ma questo accostamento di sapori cioccolato-cannella-albicocche è davvero squisito! Forse l'unico piccolo problema è che la ciambella tende a sbriciolarsi e le briciole le ho trovate davvero ovunque nella mia cucina!!!





Una torta soffice per la colazione

Svegliarsi alle 6 anche il sabato mattina per andare al lavoro, alzarsi dal letto e sentire subito freddo non è proprio il massimo però in fondo a me non dispiace. Se c'è una cosa alla quale non posso rinunciare è la colazione, a qualsiasi ora mi sveglio io devo avere il mio cappuccino, le fette biscottate homemade con la marmellata di mio padre, biscotti vari, almeno 3 tipi di cereali e poi deve esserci qualcosa di soffice...una fettina di ciambella come questa, semplice, profumata e morbidissima!!!
Questa ricetta l'ho vista sul sito di Cakemania e mi ha subito conquistata. Pochissimi ingredienti e 5 minuti per prepararla. Non contiene né olio né burro ma è resa morbidissima dalla presenza di formaggio fresco spalmabile. Io l'ho arricchita con frutti di bosco ma le variazioni sono davvero infinite




INGREDIENTI

Zucchero 150 g
Farina 00 200 g
Formaggio fresco spalmabile (Arla) 300 g 
Uova 2
Lievito per dolci 10 g
Frutti di bosco 70 g

PROCEDIMENTO

In planetaria sbattere il formaggio con lo zucchero fino ad ottenere una crema soffice. Aggiungere le uova una per volta facendo assorbire bene. Infine aggiungere la farina ed il lievito setacciati e per ultimo i frutti di bosco. Versare in uno stampo a ciambella e cuocere in forno preriscaldato a 160°C per circa 45 minuti. Sfornare, lasciar raffreddare e cospargere di zucchero a velo.




Con questa ricetta partecipo ad un dolcissimo GiveAway di Cakemania. Buona fortuna a me!!!

#quellogenuino #Arla #im_cakemania

Ciambelline sofficissime all'arancia

La ricetta è quella del plum cake soffice limone e olio d'oliva tratta dal libro di Leonardo di Carlo. Questa è la mia reinterpretazione. Prima di tutto la forma non è quella del classico plum cake ma ho usato degli stampini in silicone a forma di ciambella, uno di quelli acquistati e poi dimenticati...posso metterci un po' di tempo ma prima o poi trovo il modo di utilizzarli!
Poi la ricetta originale prevede la buccia di limone grattugiata ma, non avendo limoni bio, ho optato per la pasta d'arancio che ha conferito un'aroma davvero molto gradevole. Ultima cosa: nella ricetta originale si usa l'olio d'oliva ma, visto che non ne avevo uno dal gusto leggero, ho preferito usare l'olio di semi per non modificare troppo il gusto del dolce.




INGREDIENTI

Zucchero semolato 200 g
Uova intere 250 g
Miele di acacia 20 g
Sale fino 2 g
 Acqua 60 g
Succo di limone 20 g
Olio di semi di mais 135 g
Farina 00 200 g
Lievito per dolci 8 g
Pasta d'arancia 40 g

PROCEDIMENTO

In planetaria montare le uova con lo zucchero, il miele, il sale e la pasta d'arancio. Aggiungere a filo l'acqua, il succo di limone e l'olio. Infine unire la farina ed il lievito setacciati. Versare negli stampi e cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 25-30 minuti (40 minuti nel caso si utilizzi uno stampo unico da plum cake).






Ciambella con farina di castagne

Non c'è nulla da fare, l'unica cosa che riesce a farmi stare tranquilla è preparare dolci. Oggi non è proprio una bella giornata, mi sono già svegliata con l'ansia...come mi succede ogni volta che devo aspettare un risultato e ho provato ad allontanare i brutti pensieri ma poi mi sembrava che il tempo non passasse mai e così ho cercato una ricetta tra quelle salvate da provare e ho visto questa...
...giusto quello che ci voleva, visto che il mio ultimo acquisto è stato un pacchetto di farina di castagne alla sagra di Montella.
Un dolce semplice semplice ma davvero buonissimo. La farina di castagne è di per se piuttosto secca ma la ricetta risulta ben bilanciata ed il risultato è un dolce soffice e leggero dal gusto delicato...magari sarebbe stato più leggero senza l'aggiunta del cioccolato fondente come decorazione...ma quando ci vuole, ci vuole!!!




INGREDIENTI

Farina di castagne 150 g
Farina 00 200 g
Zucchero 180 g
Uova a temperatura ambiente 4
Olio di semi di mais 130 g
Latte tiepido 100 g
Lievito per dolci 16 g
Sale 1 pizzico
Cioccolato fondente 100 g

PROCEDIMENTO

Montare in planetaria le uova con lo zucchero. Aggiungere il sale. Versare a filo l'olio ed il latte. Setacciare le farine e il lievito ed incorporare al composto. Versare in uno stampo a ciambella da 22 cm di diametro imburrato ed infarinato. Cuocere in forno preriscaldato a 170°C per 40 minuti.
Una volta raffreddato, sfornare il ciambellone e decorarlo con il cioccolato fondente sciolto in microonde.


E la casa si riempe di quel profumo che mi fa stare bene. La pioggia e le nuvole vanno via, la telefonata l'ho fatta ed è tutto ok...e la calma ritorna.
Ora, come al solito, mi arrabbio per le foto che non riescono, con l'impalcatura davanti al balcone è praticamente impossibile ma non importa...
...ah oggi Carlo e Gigi sono andati in piscina e al ritorno non c'è merenda che basti. Mi giro verso la cucina dove avevo lasciato la ciambella e mi accorgo che ne è rimasta appena la metà!!! 
Io adoro i dolci autunnali....e questo ora va in cima alla lista.




Ciambella al miele di castagno

Ultima scoperta di casa mia è stato il miele di castagno che, in genere, dovrebbe piacere solo agli adulti e invece Chiara e Carlo ne vanno matti...a volte sono davvero strani i loro gusti!!!
Così ho pensato di realizzare un dolce con questo ingrediente...la ricetta è il risultato dell'incrocio di varie ricette trovate in rete. E anche per questo la scrivo subito qui, in modo da essere sicura di non dimenticare come l'ho fatta...




INGREDIENTI

Farina 00 200 g
Amido di mais 100 g
Zucchero 100 g
Miele di acacia 70 g
Miele di castagno 80 g
Uova grandi 4
Lievito in polvere 1 bustina
Sale 1 pizzico
Latte tiepido 180 ml 
Olio di semi di mais 80 ml

PROCEDIMENTO

Inserire in planetaria le uova e lo zucchero e montare con la frusta. Versare a filo l'olio e poi il latte. Aggiungere il sale ed il miele e mescolare bene. Infine incorporare la farina, l'amido e il lievito setacciati. Versare in uno stampo a ciambella e cuocere in forno preriscaldato a 180°C per 40 minuti.




Profumo e sapore buonissimi, consistenza supersoffice ed un colore dorato bellissimo dovuto proprio alla presenza del miele...ed io che ogni volta mi stupisco della perfezione geometrica di questo stampo...regalo bellissimo di mio fratello Giancarlo.






Ciambellone alle nocciole

Sono giorni un po' tristi questi e lo so che un dolce non può fare miracoli ma accendere il forno, impastare gli ingredienti, vedere la torta che lievita e sentirne il profumo mi fa stare meglio. Mi riporta all'idea di casa e di famiglia.
Questa è una ricetta semplice, un dolce da colazione, di quelli che piacciono a me...pochi ingredienti ed è già autunno.




La ricetta è tratta dal blog Colazione da Tizi ma, al posto dell'olio extravergine di oliva ho preferito usare quello di mais per un sapore più delicato.

INGREDIENTI

Farina tipo 1 200 g
Zucchero 200 g
Farina di nocciole 250 g
Uova 3
Latte 120 g
Olio di mais 90 g
Buccia di limone grattugiata 1
Succo di 1/2 limone
Sale 1 pizzico
Lievito per dolci 1 bustina

PROCEDIMENTO

Sbattere le uova con lo zucchero in planetaria fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Aggiungere latte, olio e succo di limone a filo. Unire le farine, il lievito, il sale e la buccia di limone e amalgamare bene con una spatola. Versare nello stampo e cuocere in forno preriscaldato a 180°C per 35 minuti.



Lo stampo che ho usato è sempre della collezione Nordic Ware....bellissimo!!!
E intanto guardando nelle varie cartelle vedo che ci sono ancora tantissime foto di torte che ho realizzato nell'ultimo periodo e che non ho pubblicato...piano piano lo farò.



Ciambella pere e nocciole

Siamo ormai nel pieno della stagione delle pere. Il frigo è stracolmo e non c'è neanche più bisogno di chiedere ai bimbi che frutta vogliono perché tanto ci sono solo pere!!!
Quindi ho fatto una piccola ricerca sul web, ho trovato diverse ricette ed alla fine ho deciso di provare questa dal blog "Letizia in Cucina". Nella versione originale ci sono le noci ma io in dispensa avevo delle bellissime nocciole e quindi ho usato quelle. E poi ho cambiato qualche altra cosa...tipo la farina integrale (che non avevo) con la farina di farro.
Ecco il mio ciambellone...




INGREDIENTI

nocciole 60 g + 20 g
zucchero di canna 100 g
burro morbido 100 g
farina 00 200 g
farina di farro 50 g
uova 4
pere 4
lievito per dolci 1 cucchiaino
bicarbonato 1 cucchiaino
cannella 1/2 cucchiaino
sale 1 pizzico

PROCEDIMENTO

Tritare i 60 g di nocciole con lo zucchero. Aggiungere il burro e montare. Versare le uova a filo e mescolare bene fino ad ottenere un composto omogeneo. Inserire le farine setacciate, il lievito, il bicarbonato, la cannella e un pizzico di sale. Sbucciare le pere, tagliarle a cubetti e inserirle nell'impasto. Infine tritare grossolanamente 20 g di nocciole e aggiungere al composto. Versare nello stampo e cuocere in forno preriscaldato a 180°C per 35 minuti.



Certo non ho consumato tantissime pere ma il sapore ed il profumo di questo ciambellone sono davvero ottimi. E in questa piccola pausa dal caldo infernale una fetta di dolce in più ci sta proprio bene!!!


Ciambella mele, mirtilli e mascarpone

Giuro che questa è l'ultima torta di mele!!! Ormai non è più periodo, lo so...ma avevo questa ricetta trovata da qualche parte e salvata tra quelle da sperimentare e, quando ho visto le mele renette, non ho resistito e le ho comprate!
Ed ecco qui il mio ciambellone 3 emme: mele, mirtilli (mia personale aggiunta alla ricetta) e mascarpone...

INGREDIENTI

zucchero 180 g
farina 250 g
mascarpone 250 g
uova 4
mele renette 4
lievito per dolci 1 bustina
mirtilli essiccati 20 g
cannella q.b.
sale 1 pizzico

PROCEDIMENTO

Montare le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso. Intanto lavare, sbucciare e tagliare le mele a cubetti e irrorale con succo di limone. Montare con la frusta il mascarpone in modo da ammorbidirlo e incorporarlo al composto di uova e zucchero. Aggiungere il sale e infine la farina, il lievito e la cannella setacciati e mescolare bene fino ad ottenere un composto omogeneo, Infine inserire le mele e i mirtilli. Versare in uno stampo per ciambella da 24 cm di diametro e cuocere in forno preriscaldato a 180° C per 35-40 minuti.



La morbidezza di questo dolce è davvero irresistibile, merito sicuramente del mascarpone!!! E' la tipica torta da colazione alla quale non so proprio dire di no....troppo buona!!!


Ciambella pastiera

In attesa della Pasqua iniziamo ad assaporare la "pastiera" con tutti i suoi aromi ma in versione ciambella. Semplice da realizzare, profumatissima, morbida....davvero una bella ricetta tratta dal blog laricettachevale. Come al solito io ho un po' modificato l'originale, in particolare aggiungendo cubetti di arancia candita che nella versione della pastiera di mia mamma non possono mancare.


INGREDIENTI

ricotta di pecora 400 g
uova 4
zucchero semolato 350 g
grano  cotto 100 g
scorza di arancia candita tagliata a cubetti 50 g
farina 00 400 g
lievito per dolci 15 g
olio di semi di mais 50 ml
latte intero tiepido 30 g
sale 1 pizzico
cannella 1 cucchiaino
acqua di fior d'arancio 1 cucchiaio e 1/2 (o millefiori o entrambi)
scorza di 1 limone bio

PROCEDIMENTO

Setacciare e lavorare la ricotta fino a ridurla in crema. Montare gli albumi e mettere da parte. Montare i tuorli con lo zucchero, la cannella e la scorza di limone fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Aggiungere la ricotta e continuare a montare. Unire il grano, la scorza di arancia candita, l'acqua di fior d'arancio e mescolare bene. Unire il latte e l'olio. Incorporare la farina setacciata con il lievito aggiungendola poca per volta. Infine incorporare gli albumi con movimenti dal basso verso l'alto per non smontare l'impasto. Versare in uno stampo per ciambella imburrato e infarinato e cuocere in forno preriscaldato a 160°C per circa 70 minuti.






Il giorno successivo, come la pastiera originale, diventa ancora più buona perché gli aromi si amalgamano meglio!!!

Ciambella al latte di cocco

Questa ricetta tratta dal blog di Natascia "Poesie di zucchero e farina"  mi ha colpito appena l'ho letta perché io adoro il cocco ma a casa piace solo a me e quindi in genere evito di utilizzarlo per i dolci. Poi ho sempre usato la farina di cocco che però ha il problema di essere un po' secca, quindi l'idea di usare il latte di cocco mi ha davvero incuriosita.
Il risultato è stato all'altezza delle aspettative...un dolce morbidissimo e profumato, soffice e umido che è piaciuto a tutti!
Inoltre è un dolce senza latte, senza burro (adatto anche a chi è intollerante al lattosio) e senza olio poiché la parte grassa è data direttamente dal latte di cocco.



INGREDIENTI

farina 220 g
cocco rapè 80 g
zucchero 120 g
latte di cocco 200 ml
uova 2
lievito per dolci 1 bustina
sale 1 pizzico

PROCEDIMENTO

Setacciare la farina, il cocco e il lievito. Montare in planetaria le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso. Aggiungere il latte di cocco e amalgamare bene. Aggiungere il sale e poi, poco per volta, gli ingredienti secchi. Versare il composto in una teglia per ciambella e cuocere in forno preriscaldato a 170°C per 40 minuti. Una volta raffreddato si può decorare con una semplice glassa composta da acqua e zucchero a velo e spolverare con cocco rapè.





Ciambella al farro, ricotta e cannella

In questi ultimo mese invernale ci sta ancora bene un dolce che riscalda la giornata con il sapore rustico della farina di farro e il profumo della cannella. La ricetta è tratta dal blog Ribes e Cannella e, come al solito, l'ho un po' modificata. Il risultato è soddisfacente ma ci sono un paio di cose da migliorare (vedi dopo)...



INGREDIENTI

ricotta 150 g
zucchero di canna 50 g
zucchero semolato 50 g
olio di semi 150 ml
latte 50 ml
uova 4
farina di farro 250 g
fecola 80 g
cannella in polvere 1 cucchiaio
mandorle 1 manciata
uvetta sultanina gialla (golden raisin) 1 manciata
lievito per dolci 1 bustina


PROCEDIMENTO

Mescolare la ricotta con lo zucchero, aggiungere le uova e sbattere il composto. Unire la cannella, l'olio e il latte. Infine incorporare le farine e il lievito e per ultimo aggiungere la frutta secca leggermente infarinata. Versare in uno stampo per ciambella e cuocere a 180°C per 40 minuti.


Come dicevo all'inizio ci sono un paio di cose da rivedere secondo il mio parere: prima di tutto la ciambella non è molto dolce quindi aggiungerei almeno altri 50 g di zucchero e poi forse è meglio spezzare la farina di farro con metà farina 00 per rendere il dolce più soffice.

Ciambella soffice caffè e cardamomo

Ogni tanto mi fisso per un ingrediente e questo è il periodo del caffè. La settimana scorsa ho preparato i biscotti e ieri invece ho fatto questa sofficissima ciambella con l'aggiunta di una spezia poco usata ma che col caffè si sposa benissimo: il cardamomo.
La ricetta che ho seguito la trovate qui, sul blog Fables de Sucre di due bravissimi food blogger che seguo da tanto tempo. Io ho aggiunto il cardamomo per dare più carattere al dolce ma se non lo avete a disposizione si può tranquillamente omettere.



INGREDIENTI

farina 00 230 g
zucchero 165 g
uova intere 2
olio di semi 85 g
acqua 85 g
lievito per dolci 16 g
caffè espresso 65 g
caffè liofilizzato 10 g
bacche di cardamomo 8-10
sale 1 pizzico

Per la glassa

zucchero a velo 125 g
caffè espresso 30 g


PROCEDIMENTO

Preparare il caffè e, quando  è ancora bollente, versarlo sul caffè liofilizzato in modo da farlo sciogliere bene e lasciar intiepidire. Montare in planetaria le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso, aggiungere l'acqua e l'olio di semi a filo e un pizzico di sale. Con l'aiuto di una spatola incorporare la farina e il lievito setacciati precedentemente. Aprire le bacche di cardamomo e, con l'aiuto di un mortaio, polverizzare i semi e aggiungerli al composto. Infine versare il caffè e mescolare bene fino ad ottenere un composto omogeneo. Versare in uno stampo imburrato e infarinato e cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 35 minuti. Sfornare e lasciar raffreddare. 
Preparare la glassa aggiungendo il caffè allo zucchero a velo poco per volta, fino ad ottenere la giusta consistenza. Decorare la ciambella con la glassa servendosi di una sac a poche.



Soffice è soffice, leggermente amara per la presenza del caffè.. Io di solito metto i dolci sull'alzatina IKEA coperta da campana di vetro e, aprendola, il profumo che sprigiona è davvero indescrivibile. Un dolce adatto per iniziare bene la giornata....e non solo!!!

Torta quattro quarti alle mele caramellate, noci brasiliane e pimento

Non c'è niente da fare, quando vedo una nuova ricetta di torta di mele la devo provare! Questa poi con le mele caramellate mi ha particolarmente ispirata. Eppure, mentre la preparavo, ho provato la sensazione che avevo già fatto qualcosa di simile, quella consistenza spumosa dell'impasto non mi era del tutto nuova...ma non riuscivo a ricordare. Poi il profumo e soprattutto il sapore hanno acceso una lampadina nei mie pensieri: è la ricetta della torta di mele di mia nonna Clara!!! Certo la nonna non la chiama quattro quarti e ovviamente non ci mette le mele caramellate ma ho controllato la ricetta e le dosi di zucchero, farina, burro e uova sono esattamente quelle...e anche lei ci mette un po' di frutta secca (nocciole per la precisione) per dare un tocco di croccantezza.
Era tantissimo che non la preparavo, data anche la presenza di un bel po' di burro ma, nonostante ne abbia provate tante di ricette, questa resta per me l'unica vera torta di mele!!!


Prima di passare alla ricetta, un piccolo doveroso ringraziamento va a mio fratello che a Natale mi ha regalato questo splendido stampo della Nordic Ware. Si chiama Jubilee Bundt e appena l'ho visto me ne sono innamorata...poi subito mi ha assalita un dubbio: ma riuscirà mai la ciambella ad uscire dallo stampo senza lasciare pezzetti attaccati in tutti quegli spigoli??? La risposta è sì, assolutamente sì!!! Il dolce si è staccato perfettamente mantenendo la sua forma! Ecco ora sto già vedendo di acquistare qualche altro stampo della stessa linea...


Ma veniamo alla ricetta che è una mia variazione su tema partendo da quella originale del libro "Una mela al giorno" di Keda Black che viene testato questo mese dal Cakes Lab. La base, come già detto, è una quattro quarti che prende il suo nome dalla stessa quantità degli ingredienti principali (farina, zucchero, burro e uova), le mele sono caramellate (vedi procedimento) e la mia aggiunta personale è data da noci brasiliane e una spezia particolare che si chiama pimento. Le noci brasiliane hanno la forma delle mandorle ma come gusto ricordano molto le noci e ho scoperto che sono molto ricche di selenio, il pimento è una spezia che qui da noi è utilizzata poco. In inglese si chiama "allspice" perché il suo aroma è una combinazione di cannella, noce moscata e chiodi di garofano che con le mele si sposano benissimo. Si presenta sotto forma di bacche, molto simili al pepe...


INGREDIENTI

Per la torta quattro quarti

burro ammorbidito 250 g
zucchero semolato 250 g
farina  250 g
uova 250 g (circa 4)

Per le mele caramellate

mele 3
succo di un'arancia (o un limone)
zucchero di canna 100 g
burro 20 g
noci brasiliane
pimento 10-15 bacche

PROCEDIMENTO

Lavare, sbucciare e tagliare le mele a cubetti, irrorarle con il succo d'arancia. In una padella far sciogliere il burro con lo zucchero, aggiungere le mele, le noci e le bacche di pimento ridotte in polvere (io ho usato il mortaio) e lasciar caramellare.
Preparare la base montando il burro con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e molto spumoso. Aggiungere le uova una alla volta, montando bene il composto prima di aggiungere l'uovo successivo. In ultimo incorporare la farina setacciata e le mele caramellate. Versare l'impasto nello stampo imburrato e infarinato e infornare in forno preriscaldato a 180°C per circa 45 minuti. 



Il sapore e il profumo di questa torta sono davvero incredibili, davvero da provare!!!

Con questa ricetta partecipo al Contest " Crazy Taste" del Cakes Lab Test & Taste"

News

Ciambelline al vino bianco e cannella

Questi giorni piovosi proprio non vogliono finire e, visto che l'umore è un po' giù, almeno ci consoliamo con un dolcetto accompagna...